Nautica Italiana: crescita del 15%

lunedì 21 agosto 2017

Nautica Italiana: crescita del 15%

ROMA - "Torna la voglia di nautica, per il terzo anno consecutivo si sta vivendo una ripresa del settore, che potrebbe, secondo le stime di Nautica Italiana, concretizzarsi in una crescita del 15%". E' quanto prevede l'associazione affiliata a Fondazione Altagamma alle soglie del mese centrale della stagione estiva.

"E' un importante segnale - ha detto il presidente di Nautica Italiana Lamberto Taccoli - dopo la crisi finanziaria iniziata nel 2008 che causò la perdita del 50% di fatturato per il comparto. Anche il mercato interno sta vivendo un buon momento. Le aziende italiane hanno ricominciato a vendere in Italia e continuano a crescere all’estero grazie soprattutto alla qualità del prodotto, che si conferma leader mondiale nel settore dei grandi yacht, degli accessori e in quello della 'gommo-nautica'. Un dato rilevante, se si considera che la nostra industria esporta più del 75% della produzione, valore che sale al 90% se si parla di imbarcazioni superiori ai 24m". Il fenomeno del 'ripopolamento' delle coste italiane, molto frequentate questa estate anche da diportisti stranieri, è sicuramente dovuto, secondo Nautica Italiana, a un mix di fattori, tra i quali certamente giocano un ruolo la ripresa del mercato, ma anche i servizi e la portualità turistica. Secondo le stime ogni anno sono circa 7000 le soste solo da parte di Superyacht per una permanenza di media di tre giorni (fonte Federagenti). "Saranno sicuramente i Saloni di settembre e ottobre a dover confermare le tendenze, ma la numerosa e qualificata partecipazione delle aziende nostre associate alle kermesse di Cannes, Genova e Montecarlo, sono un segnale importante per tutto il comparto. In particolare interpreto l’interesse di grandi marchi a essere presenti a Genova come un buon momento per il mercato interno Italiano" sottolinea Tacoli. Intanto e' già partita la macchina organizzativa per l’edizione 2018 del Versilia Yachting Rendez-vous, l'appuntamento organizzato da Fiera Milano, Nautica Italiana partner strategico, che si terrà a Viareggio dal 10 al 13 maggio. "Nella scorsa settimana - annuncia Tacoli, si è costituito un Tavolo di lavoro al quale partecipiamo a fianco di Fiera Milano, il Distretto Nautico Toscano e i comuni della Versilia, coordinati dal Sindaco di Viareggio".
Share:

venerdì 18 agosto 2017

Lo Yacht Club Costa Smeralda festeggia 50 anni

OLBIA - Parte un settembre molto denso di appuntamenti per lo Yacht Club Costa Smeralda, in cui sono in programma due campionati mondiali, Rolex Maxi72 e Audi J/70 World Championship, l'Audi Sailing Champions League e l'organizzazione di One Ocean Forum.

Gli scafi pre-iscritti alla Maxi Yacht Rolex Cup & Rolex Maxi 72 Worlds, prevista dal 3 al 9 settembre, sono 48, mentre l'Audi J/70 World Championship, dal 12 al 16 settembre, ha registrato 173 adesioni da 24 nazioni, un record non solo per la classe monotipo del momento ma in termini assoluti per un campionato iridato per barche a chiglia.

Il 10 settembre, a cavallo fra le due manifestazioni, si terrà la Yccs 50th Anniversary Regatta. Sarà aperta a tutti gli yacht di dimensione superiore ai 20 piedi dotati un certificato di stazza ORC, ORCsy o IRC. A seguire, dal 22 al 24 settembre, ritorna per la terza volta l'Audi Sailing Champions League, la finale per i migliori team di yacht club qualificatisi in tutta Europa nella propria lega nazionale.

Defender è il team del Deutscher Touring Yacht-Club, vincitore nel 2016 della finale a Porto Cervo ma sono attesi a sfidarlo oltre 30 team che si alterneranno nei "voli" a bordo dei J/70 dello Yccs.
Share:

mercoledì 16 agosto 2017

Msc: navi al completo per Ferragosto

Msc Crociere registra ancora una volta il tutto esaurito a bordo delle 13 navi che compongono l’attuale flotta con l’ultima arrivata, la Mc Meraviglia. Saranno 45.000 i viaggiatori a bordo - con un incremento pari a quasi il 10% rispetto all’anno scorso – provenienti da oltre 70 nazioni differenti. Gli italiani saranno oltre 12.000, i più numerosi di tutti.

La meta più gettonata tra i crocieristi Msc, informa una nota, è L’Avana, in cui la Compagnia ha riaperto per prima la meta turistica alle crociere nel 2015, insieme a Miami, apprezzata soprattutto per via del facile abbinamento di una crociera nel mar dei Caraibi a una vacanza negli Usa. "L’estate 2017 la ricorderemo per il boom della vacanza nei Caraibi, dove questo Ferragosto accompagniamo il doppio degli italiani rispetto lo scorso anno" ha affermato Leonardo Massa, Country Manager di Msc Crociere.

"Continuano a crescere le crociere nel Mediterraneo – nostro core business – e in Nord Europa e cresce anche l’advanced booking, tendenza che premia chi prenota in anticipo grazie a condizioni più vantaggiose e a una scelta più ampia. Oggi, ad esempio, molti crocieristi stanno già programmando le vacanze invernali e quelle dell’estate 2018, le cui vendite sono ben avviate e addirittura alcune partenze sono già sold out”.
Share:

lunedì 14 agosto 2017

Costa Crociere: tutto esaurito a Ferragosto

GENOVA - La compagnia genovese Costa Crociere annuncia il tutto esaurito nel periodo di Ferragosto, con circa 30 mila passeggeri a bordo delle sue 10 navi in navigazione tra Nord Europa e Mediterraneo. Le mete più gettonate in questo periodo, si legge in un comunicato della compagnia, sono quelle del Mediterraneo Orientale e Occidentale, come Grecia, Croazia, Spagna, e i mari del Nord alla scoperta dei fiordi norvegesi e delle capitali baltiche. Stanno riscuotendo un notevole successo anche le destinazioni italiane, in particolare la Sardegna, compresa nell'itinerario dell'ammiraglia Costa Diadema, con lo scalo di Cagliari, e di Costa neoRiviera, a Porto Torres.

Gli italiani sono tra i principali appassionati di crociere, grazie a nove porti di imbarco (Savona, Porto Torres, Cagliari, Palermo, Napoli, Civitavecchia, Bari, Venezia e Trieste) da dove partono le navi Costa.

"Il tutto esaurito di ferragosto conferma che il mercato italiano delle crociere sta crescendo. Per la stagione estiva 2017 abbiamo registrato un +10% di ospiti italiani che viaggiano sulle nostre navi, e ci resta ormai solo qualche cabina libera per fine agosto. Ci stiamo già concentrando sulle vendite per gli ultimi mesi dell'anno e i primi del 2018" afferma Carlo Schiavon, direttore Sales and Marketing Italia di Costa Crociere.
Share:

martedì 1 agosto 2017

Fincantieri-Stx, non c'è accordo

ROMA - "Non è possibile accettare" una ripartizione 50 e 50, "come abbiamo detto fino ad adesso". "Questa posizione rimane e su questo rimarremo fermi". A dichiararlo il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan al termine dell'incontro con l'omologo francese Bruno Le Maire su Fincantieri e Stx. "Nel colloquio con il ministro Le Maire - ha aggiunto Padoan - abbiamo innanzitutto constatato che fra Italia e Francia permangono ancora differenze non sanate"
Share:

lunedì 31 luglio 2017

Genova: nuovo record per il traffico container

GENOVA - Continua incessante la corsa del porto di Genova che segna un nuovo record assoluto nel traffico container nel primo semestre dell'anno: 1.283.564 teu contro 1.133.201 dei primi sei mesi 2016. La proiezione sui dodici mesi indica che il 2017 potrebbe chiudersi superando per la prima volta quota 2 milioni e 600 mila teu.

Nel dettaglio, nel secondo trimestre il porto ha movimentato 233.995 teu. I dati del primo semestre confermano la crescita del mese di maggio che si era chiuso a sua volta con un record dei contenitori a quota 233.995 teu.

I primi cinque mesi dell'anno hanno registrato un andamento positivo con 22.541.552 tonnellate complessive di merce contro i 21.246.594 dei primi cinque mesi del 2016 con un incremento del 6,1%. I passeggeri, invece, risultano in lieve flessione: - 8,7% rispetto ai primi cinque mesi dell'anno scorso. In particolare sono diminuiti dell'11,9% i passeggeri delle crociere, a 281.780 e del 6% quelli dei traghetti a 354.188. In calo nei cinque mesi anche le rinfuse solide (-17,4%) e quelle liquide (-9,8%).
Share:

venerdì 28 luglio 2017

Porti: Cina pronta a investire nel Mediterraneo, frenata paesi Ue

Sebbene la Cina sia pronta a presentare nuovi investimenti nei porti del Mediterraneo, sempre più strategici per il mercato crocieristico in continua espansione, i paesi forti dell'Ue frenano temendo una possibile scalata del Dragone rosso nel business.

Secondo stime di Srm (centro studi che fa capo a Intesa Sanpaolo), si legge nell'articolo, la Bri "attiverà tra i 1.000 e i 1.400 miliardi di dollari d'investimenti infrastrutturali per realizzare e rafforzare opere marittime, stradali, aeroportuali e ferroviarie, con il coinvolgimento di un numero di Paesi compreso tra 60 e 100". Una cifra che "sorpassa di gran lunga altri storici interventi, quali ad esempio il piano Marshall" il cui valore "è stato pari a 100 miliardi (di dollari del 2016)".

La Cina ha investito negli ultimi due anni "in otto porti (Haifa, Ashdod, Ambarli, Pireo, Rotterdam, Vado Ligure, Bilbao e Valencia), oltre 3,1 miliardi di euro (3,7 miliardi di dollari).

E, per quanto riguarda l'Italia, a essere interessati al progetto sono soprattutto gli scali di Genova-Savona e Trieste".

Tuttavia, fa notare Paolo Signorini, presidente dell'Autorità di sistema portuale del Mar Ligure occidentale, l'Ue ha reagito con freddezza al progetto Bri lanciato dalla Cina e "non è un caso" che "il nostro presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, sia stato l'unico premier del G7 presente, lo scorso maggio, al Belt and road forum for international cooperation di Pechino".
Share:

Archivio blog