martedì 4 luglio 2017

Ambiente: Fincantieri stringe accordo con GE Power

TRIESTE - Un'intesa per lo sviluppo congiunto di un innovativo sistema di controllo delle emissioni per la riduzione dell'inquinamento nel settore marittimo è stato raggiunto da Fincantieri e GE Power, azienda industriale digitale che sta trasformando l'industria con macchine e soluzioni guidate da software. L'accordo, che fa seguito ad un memorandum of understanding tra le due società dello scorso settembre, è stato firmato da Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, e Sandro De Poli, presidente e Ceo di GE Italia.

L'accordo prevede che Fincantieri definirà i requisiti tecnici fondamentali per progettare un sistema di controllo delle emissioni navali che permetterà lo sviluppo di un prodotto competitivo nella prospettiva di una sua successiva commercializzazione. GE Power definirà le caratteristiche necessarie per il sistema al fine di garantire i livelli di performance richiesti. Il nuovo prodotto, che servirà al controllo dei livelli di emissioni di ossidi di zolfo e particolato, sarà sviluppato per le navi da crociera, con la possibilità di essere installato su tutte le unità che usano combustibile tradizionale, e consentirà agli armatori di raggiungere più alti standards di compatibilità ambientale riducendo i costi operativi delle navi.

"Siamo orgogliosi di poter annunciare un accordo unico nel suo genere - ha commentato Bono - Mai prima d'ora, infatti, un costruttore navale aveva stretto una partnership per l'abbattimento delle emissioni, con un produttore di sistemi tra i leader mondiali nei settori in cui opera. Questa strategia, che ha come cardine la ricerca e l'innovazione ai massimi livelli, ci consentirà di alzare ulteriormente l'asticella tecnologica a vantaggio del mercato crocieristico, in un ambito, come quello della riduzione dell'impatto ambientale, così determinante per i nostri clienti".
Share:

0 commenti:

Posta un commento

Archivio blog