venerdì 16 novembre 2018

Fincantieri: al via interventi su navi Windstar

(credits: Windstar)
E' stato siglato da Fincantieri un contratto da oltre 200 milioni di euro con l'armatore Windstar Cruises (gruppo Xanterra Travel Collection), per un piano di allungamento e di ammodernamento su tre navi della flotta, per il cui finanziamento è previsto l'intervento di Sace, l'agenzia italiana di credito all'esportazione. E' quanto si apprende in una nota in cui viene indicato che gli interventi interesseranno 'Star Breeze', 'Star Legend' e 'Star Pride' e saranno tutti interamente realizzati dalla funzione 'Ship Repair & Conversion' presso lo stabilimento Fincantieri di Palermo.

I lavori avranno inizio nella primavera del 2019 con l'inizio della costruzione del primo troncone di allungamento e si concluderanno entro novembre 2020 con la consegna della terza ed ultima unità, con una sosta media in cantiere di circa quattro mesi per ciascuna nave.

Il programma, denominato 'Star Plus', prevede su ogni unità tre principali fasi d'intervento: l'allungamento di circa 26 metri, il rinnovo pressoché totale dei macchinari e delle sistemazioni di apparato motore e l'ammodernamento di buona parte delle sale pubbliche e delle cabine. 
Condividi:

mercoledì 14 novembre 2018

La Nautica italiana trionfa al Mets

Al via il Mets di Amsterdam. Andrea Razeto, Presidente di Icomia (International Council of Marine Industry Associations) e vice presidente di Ucina a illustrare i dati del settore nautico con segnali certamente positivi. Presenti al salone 70 espositori italiani Accompagnati da Ucina, presente con la presidente Carla Demaria e Ice.

Numerose aziende italiane hanno ricevuto menzioni speciali in occasione del Dame Award 2018, a cui è seguita l'assegnazione dell'edizione 2018 dei Boat Builder Awards, mentre per il secondo anno consecutivo, Ucina ha sponsorizzato il premio Environmental Initiative, vinto da Barbara Amerio di Amer Yachts con Amer 94, super yacht sostenibile "costruito fin dall'inizio per ridurre il suo impatto ambientale" ha spiegato la stessa Amerio.
Condividi:

lunedì 12 novembre 2018

A Moby il 'Sigillo di qualità' per il quinto anno consecutivo

MILANO – Die Moby schiffe sind die besten. Il che sta per “Le navi Moby sono le migliori”. Per il quinto anno consecutivo, la Compagnia della Balena Blu ha conquistato il Sigillo di Qualità “Migliori in Italia-Campioni del Servizio”, assegnato dall’Istituto tedesco Qualità e Finanza. Il riconoscimento, tra i più importanti non solo in Italia, ma anche a livello internazionale è il frutto degli approfonditi e imparziali test condotti dai ricercatori dell’Istituto tedesco, che analizzano in particolare il rapporto qualità-prezzo e le garanzie di affidabilità fornite ai consumatori.

Moby è tutto questo, in grado di soddisfare una clientela variegata che per viaggiare può scegliere tra una pluralità di linee e orari, 365 giorni all’anno e che spazia dalla famiglia interessata a trascorrere una tranquilla e divertente vacanza nella splendida Sardegna, alla giovane coppia che ha scelto un romantico weekend all’Elba, sino al gruppo di amici amanti delle due ruote, che hanno optato per le strade tortuose della Corsica.

Un successo assicurato da uno stile di navigazione garantito da una lunga tradizione ed esperienza nel settore dei trasporti marittimi, con una flotta che risponde perfettamente alle esigenze di tutti i tipi di clientela.

La Compagnia del Gruppo Onorato Armatori ha conquistato il primo posto nel settore “Traghetti e Navi“, aggiudicandosi un titolo che solo le migliori aziende possono vantare, frutto del consenso e del parere favorevole espresso da  migliaia di persone che hanno scelto di viaggiare sulle navi del Gruppo Onorato e che sono rimasti pienamente soddisfatti del servizio offerto.

“Ci congratuliamo con Moby per l´eccellente risultato raggiunto in questa quinta edizione dello studio ‘Migliori in Italia - Campioni del Servizio 2018/19’ - ha commentato Christian Bieker, direttore dell’Istituto tedesco Qualità e Finanza – ‘Campioni del Servizio’ è la più grande indagine in Italia che si basa su quasi 200.000 giudizi di consumatori italiani chiamati a valutare il servizio ricevuto da 900 aziende in oltre 100 diversi settori dell’economia. Il 79,2% dei clienti risulta essere molto soddisfatto del servizio ricevuto da Moby, che si riconferma dunque al vertice della categoria ‘Traghetti e Navi’”.

Condividi:

venerdì 9 novembre 2018

Fincantieri: ricavi trimestrali +8,5%

ROMA - Fincantieri ancora in spolvero. La società vanta ricavi al 30 settembre 2018 in incremento del 8,5% rispetto al medesimo periodo del 2017; Ebitda margin al 7,3% in aumento rispetto al 6,5% del 30 settembre 2017; carico di lavoro complessivo record a 32,5 miliardi (quasi 6,5 volte i ricavi del 2017). Sono i dati approvati dal Cda di Fincantieri, riunitosi oggi sotto la presidenza di Giampiero Massolo, al 30 settembre 2018.

Il Cda del Gruppo considera i risultati in linea con gli obiettivi del Piano Industriale 2018-2022 e definisce di "livelli record" il carico di lavoro complessivo, pari ad euro 32,5 miliardi (backlog a 26 miliardi) con 104 navi in portafoglio e soft backlog di circa euro -6,5 miliardi. Dati che "consolidano ulteriormente la leadership a livello mondiale", riporta una nota del Gruppo. Significativi risultati anche nell'area di business navi da crociera con un nuovo cliente, Tui Cruises (joint venture tra Tui Ag e Royal Caribbean Cruises), con due navi di nuova concezione.

Nel business navi militari sono stati acquisiti tramite la controllata Marinette Marine Corporation (in consorzio con Lockheed Martin), un ordine per una nuova unità del programma Littoral Combat ship della classe "Freedom" (LCS 29) quindicesima nave del programma e un ordine dal governo statunitense per l'avvio della progettazione di dettaglio e la pianificazione per la costruzione di quattro unità Multi-Mission Surface Combatants (MMSC) destinate all'Arabia Saudita.

VARD ha acquisito un ulteriore contratto per la realizzazione della terza expedition cruise per l'armatore Hapag Lloyd e due nuove expedition cruise vessel per l'armatore Viking. Sono stati inoltre firmati memorandum e contratti con MSC Crociere e Virgin Voyages, mentre è rafforzata la collaborazione con Leonardo nel settore navale. C'è poi l'accordo con la francese Naval Group: sono avviate le discussioni per una joint venture paritaria (50/50), primo passo verso la creazione di una più ampia alleanza come previsto dall'accordo intergovernativo del 27 settembre 2017 a Lione. 
Condividi:

mercoledì 7 novembre 2018

Msc: rinasce Ocean Cay

La compagnia di crociere Msc fa rinascere un'isola nelle Bahamas: Ocean Cay, fino ad oggi sede di un sito industriale destinato all'estrazione di sabbia, sarà trasformata entro il prossimo novembre 2019 in una riserva marina. Il progetto è denominato Ocean Cay MSC Marine Reserve, e la compagnia ha reso noto che, a un anno dall'inaugurazione, sono stati piantati i primi alberi.

"Grazie a questo progetto - ha detto il presidente esecutivo di Msc Crociere, Pierfrancesco Vago - stiamo assistendo al ritorno della vita marina in quest'area, nello specifico di aragoste, razze e altre specie. In quanto azienda caratterizzata da una grande tradizione marinara, la tutela degli oceani riveste per noi la massima importanza. Ocean Cay rappresenta un'opportunità meravigliosa di proteggere un piccolo angolo di paradiso, permettendo ai nostri ospiti di farne esperienza". Ocean Cay sarà una tappa degli itinerari caraibici di Msc Crociere.

Nell'isola sono state rimosse oltre 500 tonnellate di rifiuti industriali e di rottami metallici. Ocean Cay offrirà nel complesso otto spiagge diverse, caratterizzate ciascuna da un proprio ambiente. La società sta lavorando in collaborazione con esperti ambientali delle Bahamas garantendo il rispetto delle migliori pratiche disponibili. "Il progetto Ocean Cay MSC Marine Reserve è stato sviluppato per creare un impatto positivo e di lungo termine sia sull'ambiente sia sulla comunità delle Bahamas - ha aggiunto Vago -. E' un luogo stupendo e non vediamo l'ora di accogliere i primi ospiti Il progetto prevede la semina di oltre 75.000 piante e arbusti autoctoni, appartenenti a più di 60 specie. Msc realizzerà anche 100 strutture ecocompatibili, tra cui bar, ristoranti e alloggi per il personale che vivrà sull'isola.

Sull'isola saranno anche realizzati un faro e un molo. Ocean Cay MSC Marine Reserve verrà inaugurata a novembre 2019. Vi approderanno quattro navi. 
Condividi:

lunedì 5 novembre 2018

Solidarietà: Costa Crociere e Shakira costruiscono scuola in Colombia

CARTAGENA - Al via i lavori del nuovo centro scolastico di Cartagena, in Colombia. Il "mattone della felicità" simbolo della nuova scuola e prima pietra della sua realizzazione è approdato a Cartagena dopo un lungo viaggio internazionale a bordo delle navi Costa per aiutare a promuovere e sostenere il progetto.

La popstar colombiana e la sua fondazione Pies Descalzos, il ministero dell'Istruzione colombiano con il Fondo economico per le infrastrutture didattiche, l'ufficio del sindaco di Cartagena, il segretario per l'istruzione, la Fondazione Mario Santo Domingo, Costa Crociere e il Programma per la cooperazione e lo sviluppo economico dell'Ambasciata svizzera in Colombia, con il sostegno del Dipartimento di Architettura del Politecnico federale di Zurigo, hanno annunciato l'apertura del cantiere. A posare con il primo mattone sono stati proprio Shakira e il general manager Sales & Marketing Sud America di Costa Crociere, Dario Rustico.

La comunità di Villas de Aranjuéz beneficerà di un investimento da oltre 4 milioni di euro, nel quadro di una partnership fra aziende intenzionate a portare istruzione, speranza e pace in un'area della Colombia flagellata da violenza, disuguaglianza e indifferenza.

In particolare la compagna genovese, di cui Shakira è testimonial dal 2015, si è concentrata proprio sugli spazi dedicati all'istruzione. Il nuovo centro scolastico sorgerà su un'area di 14.500 metri quadrati e sarà realizzato con una struttura architettonica innovativa e sostenibile.
Condividi:

venerdì 2 novembre 2018

"Puro caos" sulla nave da crociera: si inclina su un fianco


MIAMI - Attimi di "puro caos" si sono vissuti su una nave da crociera domenica sera dopo che ha iniziato ad inclinarsi da un lato. La Carnival Sunshine era partita da Port Canaveral in Florida domenica sera, ma poche ore dopo ha iniziato a oscillare. I passeggeri terrorizzati hanno cominciato a urlare e piangere mentre i tavoli scivolavano sul ponte e le lastre di vetro si schiantavano a terra. Nelle immagini si vedono anche come l'acqua fuoriuscita dalla piscina del ponte superiore, scenda sui ponti e sui balconi delle cabine sottostanti.

Ma danni e panico sono stati avvertiti in tutte le parti della nave con i passeggeri costretti a reggersi alle colonne o ad altri passeggeri. Danni ci sono stati soprattutto nelle cucine con decine e decine di piatti e pentole finite a terra. La nave si è inclinata per un'improvvisa avaria ai motori. Per fortuna dopo pochi (lunghissimi) minuti la situazione è tornata alla normalità e la crociera è potuta riprendere con una cera serenità. La nave si è inclinata per un'improvvisa avaria ai motori.

Per fortuna dopo pochi (lunghissimi) minuti la situazione è tornata alla normalità e la crociera è potuta riprendere con una cera serenità. Le immagini dei passeggeri hanno subito fatto il giro della rete. Solo tanta paura, per fortuna non ci sono state conseguenze. E' evidente, commenta Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che a causa dell'aumento globale del numero dei passeggeri delle navi da crociera è necessario un contemporaneo innalzamento delle misure e dei dispositivi di sicurezza.
Condividi:

Altre news

Archivio CN