lunedì 26 luglio 2021

Msc prende in consegna da Fincantieri Msc Seashore


MONFALCONE - La nuova ammiraglia di MSC Crociere è dotata delle tecnologie ambientali marittime più recenti e avanzate disponibili, a conferma del costante impegno della Compagnia per la sostenibilità

Si tratta della seconda nuova unità nel 2021 ad entrare nella flotta MSC, che adesso arriva a 19 navi

MSC Seashore offrirà crociere estive nel Mediterraneo occidentale. In autunno si trasferirà a Miami per trascorrere la stagione invernale ai Caraibi

Monfalcone, 26 luglio 2021 – Alla presenza del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, prof. Enrico Giovannini, la Divisione Crociere del Gruppo MSC ha preso oggi ufficialmente in consegna da Fincantieri la nuova ammiraglia MSC Seashore, la più grande nave da crociera costruita in Italia. La sua gemella MSC Seascape è attualmente in costruzione presso il cantiere navale di Monfalcone ed è previsto che entrerà in servizio nell'inverno 2022.

Per l’occasione, come da tradizione, si è svolta presso lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone una cerimonia a cui hanno preso parte Pierfrancesco Vago, Executive Chairman della Divisione Crociere del Gruppo MSC, altri membri delle famiglie Aponte e Aponte-Vago, Giampiero Massolo e Giuseppe Bono, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Fincantieri, oltre a rappresentanti del team di costruzioni di MSC insieme a dirigenti e lavoratori del cantiere. Durante la cerimonia – rendendo omaggio alle più antiche tradizioni marinare – il direttore del cantiere di Fincantieri, Roberto Olivari, ha consegnato al Comandante di MSC Seashore, Giuseppe Galano, un’ampolla contenente l’acqua che per la prima volta ha toccato lo scafo quando, all'inizio di quest’anno, la nave è stata messa in galleggiamento.

“La costruzione di MSC Seashore costituisce un investimento che – da solo – genera una ricaduta sull’economia italiana di quasi 5 miliardi di euro e ha richiesto nel corso degli ultimi 2 anni l’impiego di 4.300 maestranze. Inoltre, con la sua entrata in servizio, questa nostra nuova ammiraglia attiverà un importante volano economico e di impiego, generando un’ulteriore ricaduta economica altrettanto significativa ogni anno” ha commentato Pierfrancesco Vago, Executive Chairman della Divisione Crociere del Gruppo MSC. “Nel contesto attuale, la consegna di questa nostra nuova nave rappresenta quindi un segnale decisivo e di «ragionato» ottimismo, che testimonia la fiducia del nostro Gruppo sia nel futuro del settore crocieristico, sia nella capacità della «manifattura» e dell’industria italiana. In totale il nostro piano di investimenti in Italia con Fincantieri – oltre alle tre navi già realizzate, inclusa MSC Seashore – prevede al momento la costruzione di altre cinque unità, in grado di generare un ulteriore beneficio economico complessivo per il Paese di oltre 13 miliardi.”

“MSC Seashore è la quarta nave da crociera che abbiamo consegnato in Italia nel corso di questo anno ancora estremamente impegnativo, a dimostrazione dell'efficacia del nostro sistema produttivo e gestionale” ha dichiarato Giuseppe Bono, Amministratore Delegato di Fincantieri. “Tutti questi traguardi, e altri che sono prossimi, sono stati raggiunti con successo e questo non è mai scontato. Per questo motivo considero questa nave il miglior simbolo non solo della ripresa per l’intero settore crocieristico, ma anche della capacità del Gruppo di far leva sulle proprie competenze e sulla propria solidità per preservare appieno il proprio carico di lavoro”.

Tecnologia ambientale più recente e più avanzata

MSC è da sempre impegnata a costruire alcune delle navi da crociera più innovative al mondo e questa innovazione si applica anche alle prestazioni ambientali. Con l'obiettivo di lungo periodo di raggiungere la neutralità carbonica delle operazioni entro il 2050, ogni nuova nave da crociera MSC rappresenta un ulteriore passo lungo questo percorso, insieme ad altri investimenti utili ad accelerare lo sviluppo delle tecnologie ambientali di prossima generazione. MSC Seashore non fa eccezione e dispone tecnologie e impianti di ultima generazione in grado di ridurre al minimo l’impatto sull’ambiente. Ciò comprende sistemi ibridi di lavaggio dei gas di scarico (EGCS) e sistemi selettivi di riduzione catalitica (SCR) all’avanguardia, ottenendo una riduzione del 98% delle emissioni di ossido di zolfo (SOx) e riducendo le emissioni di ossido di azoto (NOx) del 90%. Il sistema di trattamento delle acque reflue è stato progettato in linea con la risoluzione MEPC 227(64) dell’Organizzazione Marittima Internazionale e raggiunge standard di purificazione più elevati rispetto alla maggior parte degli impianti di trattamento delle acque reflue presenti a terra.

Nuove certificazioni RINA

MSC Seashore ha ricevuto due certificazioni aggiuntive dalla società di classificazione RINA. La prima è la certificazione “Sustainable Ship” poiché la nave presenta alcune delle tecnologie ambientali più avanzate attualmente disponibili. Questa certificazione viene assegnata alle navi che dimostrano di soddisfare i requisiti relativi alla sostenibilità, e riflette gli obiettivi strategici di sostenibilità adottati dalle Nazioni Unite.

La seconda è la certificazione “Biosafe Ship” per la riduzione del rischio di contagio, realizzata anche a bordo di MSC Grandiosa, basata su obiettivi e volontaria che certifica che la nave è dotata di sistemi, componenti e procedure operative in grado di ridurre il rischio di contagio per i passeggeri e l’equipaggio.

MSC Seashore, La nave

MSC Seashore è la prima nave Seaside EVO, un’evoluzione della rivoluzionaria classe Seaside e va ad aggiungersi alle navi gemelle MSC Seaside e MSC Seaview, entrate in servizio rispettivamente nel 2017 e nel 2018. Questa classe di navi è nota per le sue caratteristiche di design innovative e glamour ed è stata concepita con l’obiettivo di avvicinare gli ospiti al mare. MSC Seashore offre una serie di funzionalità, luoghi ed esperienze completamente nuovi per gli ospiti, poiché il 65% delle aree pubbliche è stato reinventato per migliorare ulteriormente l'esperienza degli ospiti a bordo. La nave offre 13.000 mq di spazi esterni, con un’ampia scelta di lounge bar e ristoranti all’aperto, piscine e aree per rilassarsi e prendere il sole, nonché diversi punti panoramici per ammirare suggestive viste sul mare.

Estate in Mediterraneo, inverno ai Caraibi

MSC Seashore inizierà la stagione inaugurale nel Mediterraneo offrendo il classico itinerario delle "Sei Perle" che tocca Genova, Napoli, Messina, Valletta, Malta, Barcellona​​ e Marsiglia.

Al termine di questa stagione estiva, il 31 ottobre la nave partirà da Genova per una crociera di 18 notti verso il Nord America. Dal 20 novembre la nave offrirà quindi crociere di 7 notti nei Caraibi in partenza da Miami alla scoperta di San Juan (Porto Rico), Charlotte Amalie (Saint Thomas), Puerto Plata (Repubblica Dominicana) e poi Ocean Cay MSC Marine Reserve, la nuova ed esclusiva isola privata di MSC Crociere nelle Bahamas.

Per saperne di più visita www.msccrociere.it
Condividi:

sabato 24 luglio 2021

Tir bloccati nel porto di Genova: Autotrasporto pronto alle barricate

GENOVA - Un’altra giornata da incubo per gli autotrasportatori. Dopo le autostrade ora anche il porto di Genova si sta rendendo responsabile di una paralisi totale, ingorghi e code. A denunciarlo è Trasportounito, che per voce del suo coordinatore per la Liguria, Giuseppe Tagnochetti ha annunciato che “in assenza di soluzioni immediate al blocco operativo del bacino di Sampierdarena, generato essenzialmente dai Terminal PSA Sech e Bettolo, le aziende di autotrasporto sono pronte ora a rifiutare il posizionamento di contenitori destinati a questi terminal”. A rendere paradossale e ancora più grave la situazione è la mancata concessione da parte del Ministero dei Trasporti di una deroga alla circolazione dei mezzi pesanti oltre le 16.

“È assurdo – sottolinea Tagnochetti – che vengano proposti rallentamenti ulteriori nei ritmi di arrivo dei Tir proprio dai terminalisti di PSA, attenti ai loro interessi, molto meno a quelli della città e del porto, focalizzati sui profitti derivanti dai servizi alla nave e con scarso interesse a efficientare i servizi all’autotrasporto. Per evitare le code che arrivano a bloccare la viabilità cittadina genovese occorre che i Terminal investano in un numero di equipment adeguati e assumano personale a servizio del traffico camionistico. Inoltre estendendo gli orari di operatività per i camion che nei porti evoluti è H24”.

Secondo Trasportounito dai primi dati che emergono dalle tardive rilevazioni sul ciclo camionistico, realizzate dalle Autorità di Sistema Portuale, è troppo basso il numero orario di carichi/scarichi e sono intollerabili le ore di attesa dentro ai Terminal. Al netto delle criticità infrastrutturali, che tuttavia non possono essere l’alibi, l’origine del problema sta nel fatto che né a Genova né negli altri porti italiani, le concessioni rilasciate ai Terminal dalle AdSP ai sensi della Legge 84 non stabiliscono “livelli minimi di servizio” atti a garantire tempi certi all’autotrasporto; con il risultato che il 50% dei trasporti su gomma dei contenitori in partenza dai bacini portuali e diretti verso gli stabilimenti industriali, arriva in forte ritardo a destino proprio a causa delle attese subite nei porti, con conseguente conflittualità commerciale tra vettori e clienti ed enormi perdite di capacità produttiva per le nostre aziende; per non parlare delle crescenti difficoltà per gli autisti nel rispettare le ore di guida e riposo e conseguente pregiudizio per la sicurezza stradale.

La telematizzazione dei cicli operativi portuali è un obiettivo per tutti, non deve però essere gestita in modo autoreferenziale dai Terminal con applicazioni gestite a proprio specifico interesse.

“È necessario – conclude Tagnochetti - uno scatto in avanti delle Autorità di Sistema Portuale, così come del Ministero, tenuti a governare l’evoluzione telematica in corso, la misurazione e regolazione dei servizi nell’interesse di tutti gli operatori e non solo di big player logistici ai quali è stata rilasciata una incomprensibile carta bianca in funzioni operative che hanno impatto sulle comunità locali, sull’economia del Paese e su altre categorie del trasporto”.
Condividi:

mercoledì 21 luglio 2021

Laghezza (Confetra): "Un commissario per l’emergenza infrastrutture in Liguria"

GENOVA - “Inaccettabile”. In una sola parola Alessandro Laghezza, Presidente di Confetra Liguria, ha bollato la decisione della struttura tecnica del Ministero delle Infrastrutture e di Autostrade per l’Italia di chiudere l’A10 di ponente per quasi tutto il mese di agosto in contemporanea con il blocco della stazione ferroviaria che garantisce al porto di Genova l’accesso alle linee merci.

“Ci troviamo difronte - ha affermato Laghezza chiedendo la nomina di un commissario ad acta per la Liguria - all’ennesima dimostrazione che la pianificazione degli interventi sulle infrastrutture in primis quelle autostradali in Liguria è a dir poco inesistente calpestando le necessità e le esigenze basilari di tutto il settore logistico portuale”.

“La chiusura dell’A10 - ha sottolineato Laghezza - tra i caselli di Genova ovest e Genova Prà si va a sommare ai lavori nella Stazione ferroviaria di Genova marittima, dove transitano i convogli per i Terminal GPT e Sech, e bloccherà di fatto le attività del bacino portuale di Sampierdarena, creando difficoltà enormi nella gestione del traffico merci di tutto il Porto. Le conseguenze saranno pesantissime e ricadranno ancora una volta sulle Aziende e su tutto il settore logistico-portuale, già duramente provato in questi ultimi anni”.

“Credo che sia urgente e indifferibile un intervento del Ministero che conduca alla nomina di un Commissario ad acta - ha concluso il presidente di Confetra Liguria - per la gestione dell’emergenza ligure, dotato di pieni poteri e in grado di attivare immediatamente un tavolo con le organizzazioni di categorie non solo del settore logistico, ma anche di quelli industriale e turistico, che subiscono i medesimi disagi e danni”.
Condividi:

lunedì 19 luglio 2021

Varata ad Ancona Viking Mars


ANCONA - È stata varata oggi presso lo stabilimento di Ancona "Viking Mars", la nuova nave da crociera di Fincantieri per la società armatrice Viking. L'unità si posizionerà nel segmento di mercato di unità di piccole dimensioni, infatti, come le unità gemelle, avrà una stazza lorda di circa 47.800 tonnellate, sarà dotata di 465 cabine e potrà ospitare a bordo 930 passeggeri. 

La nave, ottava della classe, è stata progettata da affermati architetti e ingegneri navali, tra cui un team di interior design di SMC Design, con sede a Londra, e di Rottet Studios, con sede a Los Angeles, che hanno conferito al progetto di Viking Mars un'ispirazione in stile scandinavo moderno, caratterizzato da un'eleganza sofisticata ma funzionale. Oltre alle cabine tutte con veranda, la nave dispone di spaziose suite con ampi affacci, due piscine, di cui una infinity pool a poppa, numerose opzioni per cenare all'aperto e una spa progettata secondo la tradizione del benessere scandinavo, con una sauna e una grotta della neve. 

Le navi Viking sono costruite secondo le più recenti normative in tema di navigazione e fornite dei più moderni sistemi di sicurezza, compreso il "safe return to port". Sono inoltre dotate di motori ad alta efficienza, idrodinamica e carena ottimizzate con abbattimento di consumi e sistemi che riducono al minimo l'inquinamento dei gas di scarico e che soddisfano le più severe normative ambientali. Fincantieri ha avviato il suo rapporto con Viking nel 2012, dando fiducia alla società armatrice che faceva il suo ingresso nel mercato delle crociere oceaniche come start up. 

Dal primo ordine di due navi, oggi la collaborazione ha raggiunto le 20 unità in totale, incluse due navi da crociera speciali. Si tratta di un record assoluto, il maggior numero di unità per un costruttore per conto di un singolo armatore. Viking Mars è la settima realizzata nel cantiere di Ancona.
Condividi:

venerdì 16 luglio 2021

Assarmatori: benvenuto all’Ammiraglio Carlone

ROMA - “Un uomo di mare e un grande professionista, al culmine di una carriera piena di successi. L’Ammiraglio Nicola Carlone è l’uomo giusto al posto giusto”. Questo il saluto del Presidente di Assarmatori, Stefano Messina, al nuovo Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

“Carlone”, ha ricordato Messina, “subentra a un altro grande professionista come l’Ammiraglio Giovanni Pettorino, che fortunatamente per il cluster marittimo si è solo spostato dal Tirreno all’Adriatico, trasferendosi da Roma ad Ancona come Commissario dell’Autorità di sistema portuale del Mare Adriatico. Ad entrambi auguro di cuore buon vento per le loro nuove rotte”.
Condividi:

giovedì 15 luglio 2021

Nautica: Gruppo Ferretti investe in Puglia

FORLI' – Il Gruppo Ferretti, leader mondiale nella progettazione, costruzione e vendita di yacht a motore e da diporto di lusso, con un portafoglio di otto marchi prestigiosi ed esclusivi e un fatturato medio negli ultimi anni pari a 700 Milioni di Euro e con circa 1.500 dipendenti, investe in Puglia per la creazione di un cantiere navale anche grazie all’intervento della Regione Puglia.

Formalizzata la domanda di accesso al contratto di sviluppo nazionale da parte di Ferretti Tech, interamente controllata da Ferretti spa, per un investimento in attivi materiali e ricerca di circa 62,6 milioni di euro, l’investimento complessivo che si realizzerà nell’area di Taranto prevede un intervento pubblico aggiuntivo di 137,6 milioni di Euro necessari ad assicurare il pieno recupero ambientale dell’area, con una partecipazione diretta della Regione Puglia pari a 41,5 milioni di Euro destinati alla bonifica dell’area ex Yard Belleli.

L’investimento in questione prevede la costruzione di edifici e capannoni per circa 65.500 mq coperti su un’estensione totale dell’area di circa 220.000 mq. in grado di assicurare un impatto occupazionale diretto di oltre 200 addetti cui si aggiungeranno le positive ricadute sull’indotto.

Tale iniziativa si inserisce all’interno delle strategie del CIS di Taranto che vede la Regione Puglia attivamente impegnata per promuovere lo sviluppo dell’area, come confermato dall’ulteriore sostegno finanziario messo a disposizione dalla Regione per i servizi ambientali nel comune di Taranto che vedranno positivamente coinvolti per oltre un biennio i lavoratori dell’ex Isola Verde.

Con la firma odierna dell’istanza da parte dell’Amministratore delegato del Gruppo Ferretti Alberto Galassi, alla presenza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, è stata attivata la procedura per la sottoscrizione dell’Accordo di programma.
“La nautica ritorna a Taranto per la volontà di una grande impresa, Ferretti Tech, che è una delle più grandi aziende italiane del settore, e grazie alla Regione Puglia, che bonificherà con 41 milioni di euro l’area industriale ex Belleli, area che verrà utilizzato dalla Ferretti Tech per dare vita ad un investimento di grandissime proporzioni, con un investimento di capitale proprio importantissimo - dichiara il Presidente della Regione Michele Emiliano – 1.500 lavoratori italiani diretti, impiegati in questo Gruppo che ha previsioni di utili molto rilevanti e soprattutto un indotto che potrà supplire alle tante necessità economiche che l’area ha, ma soprattutto che potrà dare la possibilità a tanti lavoratori, a tanti manager tarantini, che hanno fatto esperienze importanti in altre aziende, di non andar via e di rimanere nella propria terra, a lavorare per l’emancipazione di Taranto dalle tante piaghe che la affliggono. La salute prima di tutto, una fabbrica Green, verde, che consentirà di allentare la pressione occupazionale, ma che contemporaneamente dimostrerà che Taranto è anche una città industriale nella quale non è necessario inquinare per produrre utili e per far lavorare la gente. Una grande giornata e ringrazio davvero l’azienda per lo sforzo che sta facendo. Questo è solo l’inizio. È solo il calcio di inizio di una grande partita per Taranto”.

“Oggi Ferretti Tech che è una società controllata al 100% da Ferretti Group, secondo gruppo nautico mondiale, 1500 dipendenti, 2500 di indotto, 700 milioni di euro fatturato e aspettiamo il 2021, inizia un percorso di investimenti i portante a Taranto per sviluppare carbonio, vetroresina, centro di ricerca e tecnologia avanzata sui materiali e una divisione di ingegneria - dichiara l’Amministratore Delegato del Gruppo Ferretti Avv. Alberto Galassi - Ho avuto l’onore di firmare questa mattina davanti al Presidente Emiliano e voglio sottolineare che siamo qui perché vogliamo essere in Puglia e siamo qui per la Puglia: una realtà dove ci sono industrie, dove c’è imprenditoria, dove c’è un territorio sano di gente operosa. Non vedo l’ora nel nostro piccolo di poter contribuire a parlare di Taranto in maniera positiva. Dobbiamo tanto alla Regione Puglia e tanto al Presidente. Con il sostegno del governo centrale ci sarà un investimento di quasi 100 milioni di Euro che darà lavoro a decine e decine di famiglie. Speriamo che sia il calcio di inizio di un percorso bello, positivo e che finisca come l’ultima partita che abbiamo visto giocare: con una bella vittoria”.

“L’insediamento del gruppo nautico Ferretti a Taranto è una buona notizia e una grande opportunità di sviluppo che si inserisce all’interno di una visione che deve tenere conto della storia e delle vocazioni della città - dichiara l’assessore regionale allo Sviluppo Economico Alessandro Delli Noci - L’insediamento produttivo del gruppo, specializzato nella costruzione di yacht di lusso, porterà col supporto della Regione Puglia alla bonifica dell’area ex Yard Belleli e ad un importante investimento per l’avvio del sito. Questo rimetterà al centro della riconversione economica di Taranto la cantieristica nautica con tutto ciò che questo comporta in termini di nuovi posti di lavoro e nuove sinergie tra le imprese del territorio”.
Condividi:

mercoledì 14 luglio 2021

A Dubai il battesimo di Msc Virtuosa

DUBAI - MSC Crociere, in collaborazione con Dubai Tourism, DP World ed Emirates Airline, ha annunciato oggi che il Battesimo di MSC Virtuosa, nuova ammiraglia della Compagnia, si terrà a Dubai il 27 novembre a Mina Rashid (Port Rashid). L'evento testimonia la crescente importanza di Dubai come destinazione da visitare per tutti i viaggiatori del mondo a cui si aggiunge l'importante contributo del settore crocieristico per lo sviluppo del turismo della città.

L'ultima arrivata della flotta MSC Crociere prende il nome dalla parola italiana "virtuoso", un riferimento ai maestri artigiani che hanno progettato e sviluppato questo capolavoro: la nave da crociera tecnologicamente ed ecologicamente più avanzata mai schierata negli Emirati Arabi. Il Battesimo sarà celebrato con intrattenimento e spettacoli dal vivo che delizieranno gli ospiti presenti da tutto il mondo e da tutta la regione del Golfo - uno dei mercati chiave di MSC Crociere dove la compagnia è leader. Maggiori dettagli sull’evento saranno rivelati più avanti.

Il Battesimo si svolgerà nel rispetto di tutti i protocolli di salute e sicurezza pubblica stabiliti dal governo di Dubai e con il supporto del protocollo di salute e sicurezza di MSC Crociere che ha permesso alle navi della Compagnia di riprendere la navigazione in questa regione. L’evento andrà inoltre a costituire parte delle celebrazioni che accompagnano il Giubileo d'oro degli Emirati Arabi Uniti, mentre Dubai si preparerà ad accogliere tutto il mondo per l’EXPO 2020.

Sua Altezza lo Sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, Presidente e Chief Executive, Emirates Airline e Gruppo, dichiara: "Dubai ha seguito un percorso chiaro e costante al fine di diventare una destinazione turistica globale e meta regionale preferita per le crociere. Il Battesimo e il viaggio inaugurale di MSC Virtuosa da Dubai sottolineano la fiducia che la città si è guadagnata in qualità di importante partner per l'industria crocieristica. Abbiamo sfruttato le infrastrutture di trasporto e turismo di prim’ordine della nostra città, compreso l'investimento di Emirates per una struttura dedicata al check-in remoto a Port Rashid che permette di fornire agli operatori crocieristici ed ai passeggeri la migliore esperienza possibile, che offre anche efficienti collegamenti mare-aria e interessanti itinerari a Dubai durante il transito. Non vediamo l'ora di rinvigorire la crescita dei passeggeri delle crociere con queste solide basi in atto, e siamo entusiasti di dare il benvenuto al mondo a Dubai nei prossimi mesi, mentre continuiamo a lavorare intensamente all'Expo Dubai, ai programmi del Giubileo d'Oro degli Emirati Arabi e a molte altre iniziative".
(credits: Ivan Sarfatti)
Pierfrancesco Vago, Executive Chairman di MSC Cruises, afferma: "Siamo davvero orgogliosi e onorati che il Battesimo di MSC Virtuosa abbia luogo a Dubai, una delle destinazioni più ambite al mondo. Questo evento assume un significato ancora più importante, perché si inserisce in una serie di magnifici eventi ed attività che si svolgeranno per celebrare i 50 anni dell’indipendenza degli EAU che si festeggerà proprio nel 2021, durante il primo World Expo della regione, oltre a celebrare la città di Dubai in quanto una delle destinazioni preferite dai viaggiatori di tutto il mondo. Sono molto contento che la crocieristica abbia giocato e continui a giocare un ruolo importante per il raggiungimento di questo risultato. Voglio anche ringraziare il Dipartimento del Turismo e del Commercio di Dubai, DP World e Emirates Airline per la loro collaborazione e il loro sostegno nel rendere possibile questo evento".

Il programma del Giubileo d'oro degli Emirati Arabi Uniti prevede molte attività dislocate in tutto il paese per celebrarne la formazione nel 1971 e l’ascesa da piccolo porto commerciale a destinazione iconica globale. Ospitare il Battesimo di MSC Virtuosa è la conferma della posizione di Dubai come polo internazionale per il turismo, il commercio e la tecnologia, sottolineandone il successo nel definire i più alti standard internazionali in numerosi settori negli ultimi 50 anni. Con un'infrastruttura di prim’ordine che comprende un notevole porto e terminal crociere, Dubai è in grado di gestire alcune delle più grandi navi del mondo, rafforzando ulteriormente la posizione della città in qualità di uno dei più validi collegamenti per crociere con itinerari regionali e internazionali.

Helal Saeed Almarri, direttore generale del Dipartimento del Turismo e del Marketing Commerciale (Dubai Tourism), aggiunge: "Siamo molto orgogliosi che Dubai sia emersa come polo crocieristico della regione grazie alla strategia di Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Ruler di Dubai, per rendere la città la destinazione più visitata e rivisitata del mondo. La partnership di Dubai con una compagnia crocieristica di fama mondiale come MSC Crociere testimonia il fascino globale dell'industria crocieristica per Dubai e la sua posizione come destinazione turistica poliedrica. Questo storico evento contribuirà a sostenere lo slancio del turismo e a rafforzare ulteriormente la proposta della località, aiutandoci a continuare la nostra apertura al mondo in modo sicuro e protetto.

"Negli ultimi cinque decenni, Dubai ha costruito un patrimonio di eccellenza in diversi ambiti e la trasformazione della località in una città di grande successo a livello internazionale è stata in gran parte dovuta alla collaborazione tra il governo e i settori privati. Siamo impazienti di vivere questo momento epocale del settore turistico che coincide con un anno di riferimento per Dubai, e siamo grati alla nostra preziosa rete di stakeholder e partner come Emirates e DP World per il loro sostegno costante, che hanno permesso il ritorno delle crociere nella regione aiutando Dubai a giocare un ruolo centrale fulcro della ripresa del turismo globale.”

Il sultano Ahmed Bin Sulayem, Presidente e Amministratore Delegato del gruppo DP World, afferma: "La partnership quadripartita consolida ulteriormente la collaborazione, portando le attività di MSC Crociere a Dubai ad un nuovo livello ed evidenziando la capacità di livello mondiale dell'emirato di abbracciare la futura crescita del turismo crocieristico, considerando le previsioni ottimistiche che si profilano in lontananza della tanto attesa fine della pandemia COVID-19."

Aggiunge: "L'industria turistica si sta preparando al ritorno di ospiti internazionali con i protocolli di salute e sicurezza e l'evento previsto a novembre si aggiunge allo splendore di EXPO 2020 e mette in evidenza la posizione di Dubai come destinazione crocieristica di prima scelta".

Dopo il Battesimo, MSC Virtuosa partirà da Dubai per il suo viaggio inaugurale il 28 novembre, il primo di una serie di crociere di 7 notti con tappa anche ad Abu Dhabi, Sir Bani Yas, Dammam in Arabia Saudita e Doha. Ad Abu Dhabi e Doha saranno previsti ulteriori imbarchi.
Condividi:
Adria Ferries Adriatic Sea Forum Adsp Adulti Aida Cruises Ambiente Anek Armatori Asamar Asia Assarmatori Assoporti Australia Azimut Baglietto Benetti Blue economy summit Business Cagliari Cannes Caraibi Cargo Carnival Carrier Celebrity Cruises Chantiers de l'Atlantique Charter Cina Civitavecchia Clia Compagnie du Ponant Confitarma Costa Crociere Costa Firenze Costa Toscana Costa Venezia Covid Crn Crociere Cruise 2030 Cruise Life CSSC Cuba Cunard Deloitte Diritti in mare Disney Emirati arabi Europa Exclusive Federagenti Ferretti Fincantieri Fort Lauderdale Boat Francia Frauscher Gastronomia Genova Germania Gin Giro del mondo Gnv Grecia Grimaldi Lines Hapag-Lloyd Harmony of the seas Holland America Line IB Isa Yacht Isole greche Italia Italian Cruise La Spezia Livorno Mangusta Mare Marina Marittimi Medio Oriente Mediterraneo Mercy Ship Messico Messina Mets Metstrade Miami Boat Show Moby Moda Montecarlo Yachts Motoscafi Msc Naples Shipping Napoli Natale Nautica Naval Group Navi Navi merci Navi militari Navi rompighiaccio Navi storiche Naviris Norwegian Cruise Nova Marine Ocean Cay Onorato Pacific Princess Palumbo Palumbo Ancona Shipyard Perini Pershing Portacontainer Porti Princess Cruises Propeller Regate Regent Seven Seas Cruises Riva Royal Caribbean Salon Nautique Salone nautico Sanlorenzo Sardegna Sardinia Ferries Sct Seabourn Seafuture Seatrade Cruise Global Seatrade Cruise Med Sessa Shipping Silversea Siremar Snav Somec Spagna Star Clipper Stx The Italian Sea Group Tirrenia Toremar Traghetti Trieste Tui Cruises Ufficiali Usa Vard Variety Cruises Vela Venezia Versilia Yachting Viking Virgin Windstar World Cruise Yacht Yacht Club

Archivio CN