venerdì 19 aprile 2024

La Spezia lancia la rivoluzione portuale: da Carrara a Savona insieme per il Sistema Paese

LA SPEZIA - Per la prima volta nella storia portuale italiana, caratterizzata da forti individualismi, da scelte ispirate a provincialismo e da quella che in più di un’occasione è stata definita nei momenti più bui... una guerra fra i poveri, un porto, quello di La Spezia, esce oggi allo scoperto e lancia agli altri scali dal Nord Tirreno, da Carrara a Savona, un appello per una strategia congiunta e una collaborazione operativa che consenta di difendere i traffici esistenti, svilupparne nuovi e tutelare gli interessi dell’economia produttiva del Paese.

Questo in un momento di assoluta emergenza determinato in primis dalla situazione di tensione internazionale che penalizza il Mediterraneo e quindi la portualità italiana, ma anche dalle inevitabili conseguenze del piano intensivo per la realizzazione di nuove infrastrutture portuali che impatterà sul sistema dell’arco ligure, con cantieri aperti e il rischio di una perdita di efficienza.

“Da sempre – afferma Mario Sommariva, Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar ligure orientale – i porti non collaborano, si combattono e perdono il vero confronto, che è quello con i porti del Nord Europa. Oggi in una situazione di allerta, La Spezia, forte dell’esperienza di successo di reale coordinamento e integrazione con Carrara, lancia un’offerta di collaborazione concreta in prima battuta a Genova e Savona, per presentarsi sul mercato come un sistema coordinato che abbia nella logistica, nelle ferrovie e nell’offerta di servizi anche supplettivi alle difficoltà altrui, la sua chiave vincente”.

Una mossa senza precedenti, questa, annunciata in conclusione del convegno che si è svolto questa mattina, presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale a La Spezia. Una mossa frutto del consenso e delle indicazioni della società Mercitalia, rappresentata dall’Amministratore Delegato Sabrina De Filippis, ma anche del consenso espresso con chiarezza nel corso della manifestazione odierna, pur da differenti punti di vista e con diverse sfaccettature da tutti i maggiori operatori del settore marittimo, portuale e logistico.

Il convegno ha in effetti dato voce a quella che – come sottolineato da Salvatore Avena, in rappresentanza della Community Portuale della Spezia – è stata un grande difetto della programmazione italiana delle nuove infrastrutture e che oggi è diventato un’emergenza: coordinare, al di fuori di campanilismi e provincialismo, le grandi scelte infrastrutturali con l’effettiva domanda dell’apparato produttivo e industriale del Paese.
“E la risposta – come ha ribadito il Segretario Generale dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure orientale, Federica Montaresi – transita attraverso una risposta di sistema che oggi “non è più uno slogan, bensì una necessità cogente per spendere razionalmente le risorse e per porre le grandi opere e in primis i porti al servizio della domanda che nasce dal sistema economico del Paese uscendo anche da schemi mentali e culturali ormai obsoleti. Nel caso della Liguria coordinando e non contrapponendo lo sforzo di La Spezia e Carrara con quello di Genova e Savona che nei prossimi anni si troveranno ad affrontare l’impatto operativo proprio dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere”.

“È il momento – ha confermato Paolo Pessina, Presidente di Assagenti – di superare le contrapposizioni e lanciare una grande operazione di marketing territoriale specie presso l’industria, italiana e no, l’immagine reale di un sistema portuale dell’arco tirrenico (oggi movimenta poco meno del 60% dei container del sistema paese) in grado di rispondere anche con una logistica coordinata ed efficiente alla domanda di servizi”.

Un progetto che inevitabilmente deve transitare attraverso un bagno di realismo e di concretezza, invocato dal presidente di Assarmatori, Stefano Messina, che ha rimarcato l’importanza delle Comunità portuali anche nel rapporto con le grandi compagnie internazionali di trasporto marittimo; quindi da Matthieu Gasselin, Ceo di Contship Italia Group, che ha confermato lo sblocco del piano di investimenti del suo Gruppo sul porto della Spezia, in un mercato che deve pianificare a vent’anni i suoi investimenti e che ovviamente soffre la situazione di incertezza attuale.

A quasi trent’anni dal boom proprio della Contship guidata da Angelo Ravano, La Spezia – e lo ha sottolineato con forza il Presidente degli Spedizionieri Alessandro Laghezza – torna a crescere e lo fa non casualmente in un momento complesso in cui si richiede grande flessibilità e affidabilità, ció anche nella prospettiva di fare davvero parte integrante di un sistema di offerta logistica che comprenda tutto il Mar Ligure e Carrara, protagonista per parte sua – come rivelato da Michele Giromini - di una crescita record dei traffici inframediterranei.

Sull’intero convegno ha anche aleggiato il “fantasma” pontremolese, l’opera ferroviaria indispensabile per connettere il porto di La Spezia col suo mercato naturale dell’Emilia Romagna “opera - come ha sottolineato il Presidente della provincia di Parma Andrea Massari – che era stata concepita da Cavour e che oggi più che mai è simbolo di validità di una scelta antesignana”. Lo stesso Massari, nell’annunciare con soddisfazione l’approvazione della nuova legge sugli interporti da parte di un ramo del Parlamento, ha anche sottolineato come la logistica “non sia gratuita” e sia invece una componente del processo produttivo.

Non casuali le conclusioni del convegno, svolte da Pierpaolo Ribuffo, Ammiraglio diventato proprio in queste ore il coordinatore del Cipom, l’organismo interministeriale incaricato di mettere fine ai conflitti di competenze fra ministeri e di concretizzare una politica del mare nel reale interesse del Paese. Interesse – ha sottolineato Ribuffo – che può essere raggiunto solo attraverso la concretezza che è stata auspicata dal segretario Montaresi e da un effettivo interfaccia fra porto e attività produttive e industriali.
Condividi:

giovedì 18 aprile 2024

Crociere, si abbassa l'età dei crocieristi: media italiana fra le più basse tra i 38 e i 42 anni. gli itinerari young di MSC


L’età media di chi prenota sta scendendo gradualmente. Oggi gli italiani che vanno in crociera hanno un’età media tra le più basse rispetto ad altri Paesi europei ed extraeuropei, attestandosi tra i 38 e i 42 anni. Nel 2024 secondo Leonardo Massa, il vice president Southern Europe di MSC Crociere - terza compagnia crocieristica al mondo e leader di mercato in Europa, America del Sud, Medio Oriente e Africa meridionale, con una presenza forte e in crescita in Nord America e nell'Estremo Oriente - prevede una crescita degli ospiti in valore assoluto, con l’età media che scenderà ulteriormente con una forte presenza di coppie, comitive di amici, gite scolastiche o genitori con figli minorenni, grazie anche alla pianificazione degli itinerari con destinazioni più "appealing", l’intrattenimento a bordo, la possibilità di essere sempre connessi durante la navigazione in alto mare.

Un esempio di itinerario è quello a bordo di MSC Divina che da aprile a ottobre MSC Crociere propone un tour fra Grecia e Turchia, con partenze e arrivo a Napoli e Civitavecchia.

Tappa greca a Mykonos, in quella che viene considerata una delle isole più cool e glamour del continente. Si dice che nel XVIII secolo il dedalo delle stradine di Mykonos avrebbe scoraggiato anche i pirati più navigati. Oggi perdersi nell'intrico delle vie è diventato un gioco! Una vera e propria gemma dell'arcipelago delle Cicladi, Mykonos attira visitatori da tutto il mondo, pittoresca isola di piccole case bianche che si arrampica sul dolce crinale di una collina dove vicoli labirintici e bellissimi angoli nascosti si susseguono tra loro intervallati da chiesette e boutique, il tutto sormontato da bellissimi mulini a vento del 1500.

Poi la volta della Turchia, con sosta a Izmir, alle porte del vasto sito archeologico di Efeso, una delle più importanti città del mondo antico, al confine tra oriente e occidente. Fondata lungo la costa, Efeso fu una fiorente città commerciale fino al IV secolo, venendo definitivamente abbandonata nell'VIII secolo. Un gioiello di cultura antica dove spiccano la Biblioteca di Celso, l'Agorà, la Strada di Marmo dove si trovavano molti dei negozi, i resti del Tempio di Adriano, di cui rimangono solo due colonne a sostegno di un arco e il teatro, che poteva ospitare fino a 14.000 persone, insieme alle terme. Nel vicino Museo archeologico un'incredibile collezione di statue ellenistiche e romane, rilievi scolpiti e manufatti portati alla luce dalle rovine di Efeso.

Prima del rientro in Italia a Napoli e Civitavecchia sarà la volta dell’isola di Santorini che, oltre a essere una delle più grandi fra le isole Cicladi, rimane forse la più bella grazie alle sue scogliere a picco, la spiaggia rossa e le case bianche che contrastano sorprendentemente con l'azzurro del Mar Egeo.
Condividi:

lunedì 15 aprile 2024

Costa Crociere celebra la 'Giornata Nazionale del Made in Italy' a bordo della Costa Smeralda


GENOVA
– Costa Crociere celebra la "Giornata Nazionale del Made in Italy", istituita dal Ministero delle Imprese e Made in Italy nel giorno dell'anniversario della nascita di Leonardo da Vinci con l’obiettivo di promuovere la creatività e l’eccellenza italiana.

La Giornata Nazionale del Made in Italy prevede più di 200 eventi distribuiti su tutto il territorio nazionale, organizzati dalle numerose aziende italiane aderenti all’iniziativa. Per questa occasione Costa Crociere, unica compagnia di crociere battente bandiera italiana e con sede in Italia, propone una serie di eventi a bordo di Costa Smeralda, nave portabandiera del gusto, del design e dell’artigianato italiani.

"Da oltre 75 anni le navi di Costa Crociere portano nei mari del mondo l’eccellenza italiana, dal design, all’enogastronomia, all’arredamento, alla tecnologia, che i nostri ospiti internazionali possono scoprire in vacanza con noi. Dietro a queste opere e prodotti, frutto dell’ingegno e della qualità italiane, esiste un ecosistema che contribuisce ad alimentare in maniera importante l’economia del nostro Paese. Basti pensare che le forniture di bordo della nostra flotta provengono da circa 6.000 aziende italiane, alle quali destiniamo circa la metà del totale delle spese per i nostri acquisti" ha dichiarato Roberto Alberti, SVP & Chief Corporate Officer di Costa Crociere.

Gli eventi a bordo di Costa Smeralda, aperti agli ospiti della nave e alle istituzioni, sono dedicati alla scoperta del museo CoDe e all’offerta di un’autentica esperienza di gusto italiano.

Il CoDe di Costa Smeralda è il primo museo realizzato su una nave da crociera, a cura di Matteo Vercelloni, architetto e critico di architettura e design, già professore di Storia di design al Politecnico di Milano. Situato al centro della nave, sul ponte 7, lo spazio si sviluppa su 400m2 ed è pensato per cogliere lo spirito del "gusto italiano" attraverso una selezione di oltre 470 pezzi.

Dal product design, alla moda, dai trasporti al cinema, la collezione CoDe si propone come un vero e proprio omaggio alla storia del "Made in Italy", celebrando la grande influenza che tuttora riveste la creatività italiana in tutto il mondo. Attraverso una selezione di artefatti, per la maggior parte ancora prodotti dalle aziende italiane, CoDe intende raccontare la vitalità di arredi e oggetti che, scavalcando mode passeggere, rimangono dei ‘classici’ del design italiano dagli anni ’30 a oggi. Il museo diventa così un autoritratto dell’Italia nel tempo; un profilo complesso e multilineare composto da tante storie.

Costa Smeralda è un tributo all’Italia, a ciò che rende amato e apprezzato il nostro Paese nel mondo. A partire dal nome della nave, che rimanda ad una delle più belle aree turistiche della Sardegna, e dal nome dei suoi ponti e delle aree pubbliche, tratti da famose località e piazze italiane. Oltre al museo CoDe, il design italiano è protagonista a bordo negli arredi, nell’illuminazione, nei tessuti e negli accessori, che sono stati scelti in collaborazione con prestigiose aziende italiane, come Molteni&C (divani e sedie), Roda (forniture per arredamento aree esterne e interne), Flos (luci decorative), Dedar e Rubelli (tessuti, tappezzeria, sedie, divani). Questi marchi fanno parte di una squadra di 15 rinomati fornitori italiani, tra cui figurano anche aziende come Kartell, Poltrona Frau e Alessi.

Anche l’offerta enogastronomica è caratterizzata dall’eccellenza italiana. Il ristorante Archipelago propone tre diversi menù firmati da altrettanti chef di fama internazionale, tra cui lo chef Bruno Barbieri. A bordo si possono trovare outlet tematici in collaborazione con grandi partner italiani, come il Caffè Vergnano 1882, dove sorseggiare un buon caffè; l’Osteria Frescobaldi, il primo ristorante fronte mare della famosa famiglia di produttori di vino; il Campari lounge e l’Aperol Spritz bar, dedicati ai cocktail italiani più famosi nel mondo; il Ferrari Spazio Bollicine, con tutte le proposte della famosa cantina trentina; Nutella at Costa, l’area dedicata a Nutella® in tutte le sue ricette; la gelateria Amarillo, per un cremoso gelato artigianale con prodotti Agrimontana di prima qualità.

L’itinerario 2024 di Costa Smeralda andrà alla scoperta di Italia, Francia e Spagna, tra atmosfere senza tempo, città d’arte, spiagge e paesaggi splendidi, con tappe a Genova, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Napoli, Civitavecchia/Roma. Da giugno questo itinerario si arricchirà con una grande novità, disponibile solo con Costa: le "Sea Destinations". Accanto alle esperienze che porteranno a scoprire le destinazioni a terra, Costa Smeralda offrirà, infatti, nuove esperienze da godersi a bordo, durante la navigazione, per vivere al meglio luoghi iconici compresi nella rotta della nave. Ad esempio, durante la navigazione tra Civitavecchia e Genova, gli ospiti di Costa Smeralda potranno godersi il light show dedicato al "Santuario dei Cetacei", uno spettacolo di luci che svelerà i segreti di alcune delle creature marine più affascinanti che popolano questo tratto di mare, come balene, delfini e megattere.
Condividi:

giovedì 11 aprile 2024

Europ Assistance Italia e Costa Crociere: partnership rinnovata per viaggi più sereni e protetti


MILANO – Europ Assistance Italia e Costa Crociere annunciano un nuovo capitolo della loro collaborazione.

Il rinnovo dell'accordo, il terzo dal 2016, consolida la partnership internazionale di lungo corso fra la Care Company del Gruppo Generali e la compagnia crocieristica italiana, estendendola per altri tre anni e confermando l’impegno nel garantire tranquillità e la miglior assistenza ai viaggiatori che scelgono Costa Crociere per esplorare il mondo.

Il nuovo programma assicurativo è valido per i viaggiatori provenienti da Italia, Francia, Portogallo, Spagna, Olanda, Belgio e Svizzera ed è applicabile a prenotazioni e partenze dal 1° marzo 2024. Restano confermate le coperture Early Booking e Multirischi Base, che prevedono l’annullamento e il rimborso delle spese mediche, ma vengono introdotte una serie di novità pensate per soddisfare le esigenze in continuo mutamento dei clienti.

Fra queste l’incremento del massimale in caso di annullamento del viaggio, per offrire una maggiore serenità a fronte di imprevisti che possono richiedere una modifica ai programmi di viaggio o la cancellazione del viaggio stesso, oltre ad una soluzione digitale per richiedere assistenza durante il viaggio.

“Siamo felici di estendere la partnership con Costa Crociere, confermando il nostro impegno ad offrire soluzioni assicurative sempre più complete a tutti coloro che scelgono di trascorrere le proprie vacanze a bordo delle navi della compagnia italiana. La nostra capacità di innovare, adattandoci alle mutevoli esigenze dei viaggiatori e spesso anticipandole, è stata fondamentale per consolidare nel tempo questa collaborazione e siamo entusiasti di continuare a lavorare al fianco di Costa Crociere per garantire ai clienti esperienze di viaggio indimenticabili e sempre più serene con i massimi livelli di protezione”, afferma Erika Delmastro, Chief Travel Officer di Europ Assistance Italia.

“In Costa Crociere gli ospiti sono sempre al centro di tutto quello che facciamo. Vogliamo che si godano le migliori esperienze di vacanza, come solo Costa sa offrire, pensando solamente a divertirsi e rilassarsi. Per questo siamo lieti di rinnovare la nostra collaborazione con un partner di eccellenza come Europ Assistance, che propone il meglio dell’assistenza in viaggio, con una formula ideale per un’azienda internazionale come la nostra, che assicura lo stesso livello di servizi in diversi Paesi” – afferma Gianfranco Allocca, Vice President Sales Excellence & Global Customer Center Operations di Costa Crociere.
Condividi:

venerdì 5 aprile 2024

MSC Crociere svela alcune particolarità della nuova ammiraglia MSC World America con sette diverse aree


MSC World America avrà ben sette diverse aree, ognuna pensata per offrire agli ospiti esperienze personalizzate, andando incontro alle esigenze, il mood e i desideri dei viaggiatori durante la loro permanenza a bordo. La 23esima nave della flotta farà il suo debutto il 9 aprile 2025 e salperà da Miami con itinerari di 7 notti verso alcune delle destinazioni più ambite dei Caraibi orientali e occidentali, con tappe a Ocean Cay MSC Marine Reserve - isola privata di MSC Crociere nelle Bahamas. Ogni area a bordo contribuirà a rendere la vacanza degli ospiti indimenticabile con atmosfere originali, uniche e ricercate.

Le sette aree:

FAMILY AVENTURA: dedicata alle famiglie, si trova nella parte più alta della nave dove si trova The Harbour un rivoluzionario parco all'aperto dedicato al divertimento delle famiglie. The Harbour offre anche un emozionante percorso avventura e una inedita e straordinaria attrazione mai vista prima in mare della quale verranno svelati maggiori dettagli nelle prossime settimane. Qui troviamo anche un’area giochi ispirata all’iconico faro dell’isola di Ocean Cay.

AQUA DECK: la destinazione perfetta per connettersi con il mare e l'acqua, dove si trovano le due principali piscine della nave. A seconda dell’ora del giorno l’Aqua deck cambia mood: di mattina rivitalizzanti proposte benessere e un'atmosfera tranquilla, nel pomeriggio intrattenimento per tutti e, infine, feste spettacolari dopo il tramonto con atmosfere vibranti e scoppiettanti.

ZEN AREA: situata in alto, a poppa nave e rappresenta un'oasi progettata per rilassarsi. E’ il luogo ideale per trascorrere ore in piano relax sia di giorno che di sera sorseggiando un cocktail accompagnato da un piacevole sottofondo musicale. Il luogo perfetto per gli ospiti per rigenerare mente, corpo e anima, dove la tranquillità incontra la sofisticazione.

GALLERIA: Il cuore pulsante della nave, un’area vivace e coinvolgente che permette agli ospiti di navigare in un mare di possibilità così poliedrico che regala l’impressione che questa zona cambi mood ogni secondo. Capace di soddisfare ogni desiderio con opzioni di ristorazione, shopping, giochi entusiasmanti e altro ancora. Alimenta la giornata in uno dei bar, lounge e caffetterie della zona: musica dal vivo al Dolce Vita Bar, caffè pomeridiano e dolci prelibati al Jean Philippe Chocolat & Café e fino a tarda notte al Luna Park Pizza & Burger. Qui si potrà fare shopping in una delle tante boutique e fermarsi all'MSC Luna Park Arena, un locale di intrattenimento high-tech che ospita feste a tema e giochi televisivi. La Galleria è un mondo dalle mille sfaccettature, per lasciarsi coinvolgere dalla sua energia contagiosa.

LE TERRAZZE: sono dotate di nove ristoranti e bar, quattro negozi e un club comedy, che fungono anche da bar pianobar e karaoke notturno, compongono quest’area speciale. Un'atmosfera che avvolge un armonioso mix di concept di ristorazione all'avanguardia, intrattenimento sofisticato e invitanti offerte in un'area unica che si estende tra spazi interni ed esterni.

ESPLANADE è il vivace e suggestivo viale semi-coperto con spettacolare vista fino alla cima della nave - incorniciata dal capolavoro architettonico centrale a spirale (e dall'emozionante scivolo di 11 piani). Uno spazio vibrante e dinamico - un parco giochi attivo di giorno e di notte, dove l’intrattenimento è sovrano. Dal caffè mattutino all'autentico Emporium coffee bar con alcune delle migliori selezioni di chicchi provenienti da tutto il mondo, alle vivaci attività serali, ai deliziosi drink e alle sontuose cene incorniciate dai suoni dell'oceano e dalle incantevoli viste sull'acqua, l'Esplanade offre qualcosa di veramente speciale per tutti.

YACHT CLUB: L'esperienza di “nave nella nave” di MSC Crociere dedicato solo agli ospiti che soggiornano in questa zona e off limits per tutti gli altri ospiti. L’MSC Yacht Club si trova nel punto più alto della nave a prua e ed l’ultima area di MSC World America, un concentrato di privacy, esclusività e lusso in un'atmosfera ricercata ed elegante. I viaggiatori più esigenti apprezzeranno il servizio personalizzato del MSC Yacht Club con servizio maggiordomo dedicato 24 ore su 24, imbarco e sbarco prioritario, aree esclusive di lounge e ristorazione e altro ancora. Gli ospiti del MSC Yacht Club saranno coccolati e potranno godere di un’esperienza unica, una fuga esclusiva dal resto della nave, pur continuando a godere di tutte le altre comodità che MSC World America ha da offrire.

MSC World America è stata attentamente progettata per ridurre il suo impatto sull'ambiente. La nave è alimentata a GNL, un carburante a basse emissioni e può utilizzare anche fonti di energia rinnovabile. Dotata anche di cold ironing, quando disponibile, può ridurre ulteriormente le proprie emissioni poiché i motori possono essere spenti durante la permanenza in porto. La tecnologia intelligente è utilizzata in tutta la nave per garantire che gli ospiti possano viaggiare con comfort mantenendo bassi il consumo di energia e acqua. A bordo il livello di riciclo è massimo, e persino le eliche sono progettate per ridurre al minimo il rumore in modo da non disturbare la fauna marina durante la navigazione.
Condividi:

venerdì 29 marzo 2024

Pasqua 2024: le navi da crociera visiteranno 20 destinazioni in tutto il mondo


Le crociere si confermano tra le vacanze più apprezzate anche a Pasqua 2024. Nel periodo festivo le navi Costa visiteranno circa 20 diverse destinazioni in tutto il mondo: dal Sud America, con le crociere in Argentina, Brasile e Uruguay di Costa Diadema, Costa Favolosa e Costa Fascinosa; all’Estremo Oriente, con Costa Serena che visiterà Taiwan, Giappone e Corea del Sud, e Costa Deliziosa in arrivo a Taiwan nel corso della terza tratta del suo Giro del Mondo; passando per il Mediterraneo, in Italia, Francia e Spagna, dove Costa Smeralda offrirà una crociera di una settimana con scali a Genova, Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Napoli e Civitavecchia, mentre Costa Fortuna e Costa Pacifica proporranno mini-crociere a Barcellona e Marsiglia, con partenza da Savona.

Le Sea Destinations: grande novità da giugno

Le crociere di Pasqua segnano l’avvio della stagione primavera-estate 2024 di Costa. La novità principale è il debutto delle “Sea Destinations. A partire da inizio giugno, in Mediterraneo e Nord Europa, accanto alle esperienze che porteranno a scoprire le destinazioni “a terra” da un punto di vista unico, le navi Costa offriranno nuove esperienze da vivere a bordo, durante la navigazione, per godersi al meglio luoghi iconici compresi nella rotta degli itinerari.

Ad esempio, nel Mediterraneo occidentale, dopo aver visitato Ibiza, una volta rientrati a bordo della nave, gli ospiti potranno lasciarsi trasportare dall’atmosfera del tramonto con un party hippy chic nella baia di Formentera; o, ancora, prima di scendere dalla nave per visitare Napoli, potranno gustare una colazione tipica caprese di fronte allo spettacolare panorama dei Faraglioni, illuminati dalle prime luci del giorno. Navigando sul punto più profondo del Mediterraneo orientale, a bordo della nave prenderà vita una festa all’insegna degli abissi del mare; mentre, attraversando lo stretto dei Dardanelli, gli ospiti potranno vivere un viaggio nel tempo e ammirare estasiati la danza mistica dei veli rotanti dei Dervisci. In Nord Europa, dopo essere stati accolti dai contadini locali nella città di Geiranger, gli ospiti attraverseranno l’intero fiordo ascoltando storie e leggende nordiche, mentre ammireranno lo spettacolo della cascata delle Sette Sorelle, tra rocce scoscese e montagne verdeggianti.

Gli itinerari dell’estate 2024

Nel corso della stagione estiva tre navi saranno dedicate al Mediterraneo occidentale, per crociere di una settimana che visiteranno alcune delle più belle destinazioni in Italia, Francia e Spagna: le gemelle di ultima generazione Costa Smeralda e Costa Toscana, e Costa Pacifica. Costa Smeralda partirà da Genova tutti venerdì, per visitare Marsiglia, Barcellona, Cagliari, Napoli, Civitavecchia/Roma. Costa Toscana sarà invece a Savona tutti i sabati per un itinerario che farà tappa a Marsiglia, Barcellona, Ibiza, Palermo, Civitavecchia/Roma. Nel corso della stagione primaverile e autunnale al posto di Ibiza ci sarà Palma di Maiorca. Costa Pacifica sarà a Savona ogni domenica, per andare alla scoperta di Civitavecchia/Roma, Olbia, Palma di Maiorca, Valencia e Marsiglia.

Altre tre navi saranno protagoniste nel Mediterraneo orientale. Costa Fortuna proporrà un nuovo itinerario con tappe esclusivamente in Grecia e Turchia. Dal 7 giugno al 13 settembre la nave partirà ogni venerdì da Atene, alla scoperta di Istanbul e delle splendide isole greche di Mykonos, Creta, Rodi e Santorini. Su alcune partenze è prevista una seconda tappa in Turchia, a Bodrum, o nell’isola greca di Kos, al posto di Rodi. La formula proposta è quella del pacchetto “volo+crociera”, disponibile da tutti i principali Paesi europei, compresa l’Italia. Costa Fascinosa offrirà crociere, sempre di una settimana, dirette a Catania, Taranto, Mykonos, Santorini, Malta. Costa Deliziosa salperà per un itinerario di una settimana che comprende Marghera/Venezia, Bari, le splendide isole greche di Mykonos e Santorini, e Katakolon/Olimpia. A ottobre, invece, proporrà un itinerario, sempre di una settimana, da Trieste e Bari alla scoperta di Croazia, Grecia e Montenegro.

In Nord Europa opereranno due navi, Costa Favolosa e Costa Diadema, che proporranno il meglio dell’offerta Costa in questa regione, con crociere alla scoperta di paesaggi incredibili, tra fiordi spettacolari, villaggi incastonati tra il verde delle montagne e il blu del mare, e il fenomeno unico del sole di mezzanotte. Costa Favolosa proporrà tre diversi itinerari, dai 13 ai 22 giorni, con partenza da Amburgo, diretti a Capo Nord e isole Lofoten, in Islanda e in Groenlandia, più un nuovo itinerario di 8 giorni dedicato alla Scozia. Costa Diadema proporrà crociere di una settimana nei fiordi norvegesi.

Gli itinerari della primavera-autunno 2024

Per chi ha solo pochi giorni a disposizione, in primavera e autunno ci sono le mini-crociere nel Mediterraneo occidentale, in Italia, Francia e Spagna, di 3 e 4 giorni, con Costa Pacifica, Costa Fascinosa e Costa Fortuna.  Sempre in primavera e autunno, con Costa Diadema, Costa Favolosa e Costa Fascinosa, si viaggerà nel Mediterraneo e oltre, per visitare le isole Canarie, con un itinerario di due settimane, oppure Lisbona o il Marocco, con crociere di 10 giorni. Da non perdere la crociera di Costa Fascinosa alle isole Azzorre. Per chi è indeciso su quale parte del Mediterraneo visitare, in primavera e autunno Costa Fortuna proporrà crociere che in un’unica vacanza di due settimane permettono di visitare sia le isole Baleari sia le isole greche, o in alternativa Turchia e Tunisia.

Condividi:

mercoledì 27 marzo 2024

Nave da crociera colpita da un fulmine a soli 30 miglia dalle Bahamas, paura a bordo: il video


BAHAMAS - Una giornata decisamente emozionante per numerosi crocieristi. Sabato, uno dei camini della nave da crociera Carnival Freedom, a soli 30 miglia dalle Bahamas, ha preso fuoco durante un viaggio nell’arcipelago corallino dell'Oceano Atlantico. I passeggeri sotto shock hanno filmato la ciminiera avvolta dal fumo e dalle fiamme. 

Secondo informazioni non confermate, l'incendio potrebbe essere stato causato da un fulmine. L'azienda ha detto che l'incendio ha causato più danni di quanto pensasse inizialmente, con conseguente cancellazione della crociera, ma non si registrano feriti. 

Cancellate anche le prossime due crociere, rileva Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, perché la nave deve andare in cantiere a Freeport per le riparazioni della ciminiera. Tornerà in servizio il 4 aprile.

Condividi:

mercoledì 20 marzo 2024

Costa Smeralda torna a Napoli con la novità delle 'Sea Destinations'


GENOVA
– Costa Smeralda, la nave protagonista dell’ultima edizione di Sanremo, ha inaugurato oggi la stagione 2024 di Costa Crociere a Napoli.

Nel corso dell’anno l’ammiraglia battente bandiera italiana visiterà Napoli ogni settimana, sino al 27 novembre, sempre nella giornata di mercoledì. Si tratta di un gradito ritorno in una più belle e apprezzate destinazioni del Mediterraneo occidentale, dove Costa Smeralda aveva già operato regolarmente nel 2021.

Oltre a Costa Smeralda, anche Costa Fascinosa effettuerà due scali a Napoli, uno in primavera e uno in autunno, nel corso di altrettante crociere tra Mar Tirreno e Mar Ionio. In totale, gli scali di Costa Crociere a Napoli nel 2024 saranno 40, numero in linea con il traffico fatto registrare nel 2023.

L’itinerario 2024 di Costa Smeralda andrà alla scoperta di Italia, Francia e Spagna, tra atmosfere senza tempo, città d’arte, spiagge e paesaggi splendidi, con tappe a Napoli, Civitavecchia/Roma, Genova, Marsiglia, Barcellona e Cagliari.

Da giugno questo itinerario si arricchirà con una grande novità, disponibile solo con Costa: le “Sea Destinations”. Accanto alle esperienze che porteranno a scoprire le destinazioni a terra, Costa Smeralda offrirà, infatti, nuove esperienze da godersi a bordo, durante la navigazione, per vivere al meglio luoghi iconici compresi nella rotta della nave.

Ad esempio, prima dell’arrivo di Costa Smeralda a Napoli, gli ospiti potranno gustarsi, a bordo della nave, una colazione tipica caprese di fronte allo spettacolare panorama dei Faraglioni, illuminati dalle prime luci del giorno. Una volta arrivati in porto, gli ospiti potranno scendere a visitare Napoli da un punto di vista unico, con esperte guide locali, grazie alle escursioni proposte da Costa, che valorizzano al meglio il territorio, come nel caso del tour a piedi interamente dedicato al Rione Sanità.

Altre “Sea Destinations” che saranno offerte da Costa Smeralda nel corso del suo itinerario sono il “Santuario dei Cetacei – Light Show”, uno spettacolo di luci che svelerà i segreti di alcune delle creature marine più affascinanti che popolano il Santuario dei Cetacei, come balene, delfini e megattere, e “Mare delle Baleari – Mare di stelle”, un’esperienza in cui in mare aperto, immersi nel buio più profondo del Mediterraneo, gli ospiti potranno ammirare il cielo e le stelle come da nessun’altra parte, guidati da un ufficiale di bordo.

Costa Smeralda è una nave di ultima generazione, alimentata a gas naturale liquefatto, la tecnologia attualmente più avanzata nel settore marittimo per abbattere le emissioni, che Costa è stata la prima al mondo a introdurre nell’industria delle crociere. L’LNG ha, infatti, emissioni inferiori a quelle dei combustibili tradizionali usati in ambito marittimo: oltre a ridurre le emissioni di CO2 fino al 20%, evita quasi totalmente le emissioni di ossido di azoto, ossido di zolfo e particolato. L’intero fabbisogno giornaliero di acqua della nave è soddisfatto trasformando quella del mare tramite l’utilizzo di dissalatori, e il consumo energetico è ridotto al minimo grazie a un sistema di efficientamento energetico intelligente. Inoltre, a bordo viene effettuato il 100% di raccolta differenziata e il riciclo di materiali quali plastica, carta, vetro e alluminio, che sono parte di un approccio integrato, finalizzato alla concretizzazione di progetti di economia circolare.

I legni di mare che arredano le isole del ristorante Archipelago, che propone i menù ideati da tre grandi chef, Bruno Barbieri, Hélène Darroze e Ángel León, per esplorare le destinazioni anche attraverso il cibo, sono stati recuperati grazie ai “Guardiani della Costa”, il programma di educazione ambientale per la salvaguardia del litorale Italiano promosso dalla Costa Crociere Foundation. Per ogni cena che si degusterà ad Archipelago, Costa Crociere donerà parte del ricavato per sostenere progetti ambientali e sociali della fondazione.

Gli interni della nave sono il frutto di un progetto creativo straordinario, curato da Adam D. Tihany, nato per esaltare e far vivere in un’unica location i colori e le atmosfere dell’Italia. Arredamento, illuminazione, tessuti e accessori sono tutti “Made in Italy”, creati da 15 partner altamente rappresentativi dell’eccellenza italiana.

Il design italiano è inoltre protagonista nel CoDe - Costa Design Museum, il primo museo realizzato su una nave da crociera, a cura di Matteo Vercelloni. Lo spazio si sviluppa su 400m2 ed è pensato per cogliere lo spirito del “gusto italiano” attraverso una selezione di oltre 470 pezzi.
Condividi:

martedì 19 marzo 2024

Costa Crociere esprime preoccupazioni sul futuro delle crociere a Venezia


Costa Crociere ha manifestato con chiarezza le sue preoccupazioni riguardo al futuro della crocieristica a Venezia. La compagnia si è sempre schierata a favore di uno sviluppo del settore che rispettasse le peculiarità di una città così unica come Venezia, auspicando la ricerca di soluzioni alternative e praticabili per consentire alle compagnie di continuare a operare e sostenere un ecosistema importante, al quale partecipano numerosissime aziende locali.

Tuttavia, la situazione attuale non sembra procedere in questa direzione auspicata. Le soluzioni alternative per l'approdo delle navi da crociera, che erano state promesse, si rivelano ancora lontane dall'essere realizzate. A ciò si aggiunge la mancata estensione della concessione a Venezia Terminal Passeggeri, con conseguenti seri dubbi sul futuro della società che gestisce il terminal e gli approdi delle crociere, nonostante gli sforzi profusi dagli azionisti negli ultimi anni.

Costa Crociere avverte che, procedendo in questa direzione, si corre il rischio di mettere a repentaglio il valore economico e occupazionale generato dalle crociere sul territorio. È importante comprendere che la posta in gioco non riguarda solamente Venezia, ma coinvolge un territorio potenzialmente vasto che include altre città italiane. Infatti, da Venezia dipende l'intero bacino crocieristico dell'Adriatico.

In considerazione di ciò, Costa Crociere auspica che tutte le parti coinvolte, a partire dalle compagnie e dalle autorità locali e nazionali, possano sedersi al più presto intorno a un tavolo e trovare una soluzione definitiva. Questo incontro sarà essenziale per garantire il futuro delle crociere a Venezia e per preservare l'importante contributo economico e occupazionale che questo settore offre al territorio italiano. Questo è quanto ha dichiarato Roberto Alberti, SVP & Chief Corporate Officer di Costa Crociere.
Condividi:
Adria Ferries Adriatic Sea Forum Adsp Adulti Aida Cruises Aman Ambiente Anek Armatori Asamar Asia Assarmatori Assoagenti Assoporti Assormeggi Australia Azimut Baglietto Benetti Blue economy summit BMT Business Cagliari Cannes Caraibi Cargo Carnival Carrier Celebrity Cruises Chantiers de l'Atlantique Charter Cina Civitavecchia Clia Compagnie du Ponant Confitarma Connext Costa Crociere Costa Deliziosa Costa Firenze Costa Pacifica Costa Smeralda Costa Toscana Costa Venezia Covid Crn Crociere Cruise 2030 Cruise Life CSSC Cuba Cunard De Wave Deloitte Diritti in mare Disney Emirati arabi Europa Exclusive Explora journeys Federagenti Ferragosto Ferretti Fincantieri Fort Lauderdale Boat Francia Frauscher Gastronomia Genoa Shipping Week Genova Germania Gin Giro del mondo Gnv Grecia Grimaldi Lines Hapag-Lloyd Harmony of the seas Holland America Line IB Isa Yacht Isole greche Italia Italian Cruise La Spezia Lega Navale Livorno Logistica Mangusta Mare Marina Marittimi Medio Oriente Mediterraneo Mercy Ship Messico Messina Mets Metstrade Miami Boat Show Moby Moda Montecarlo Yachts Motoscafi Msc Naples Shipping Napoli Natale Nautica Naval Group Navi Navi merci Navi militari Navi rompighiaccio Navi storiche Navia Naviris News Norwegian Cruise Nova Marine Ocean Cay Oceanly Onorato Pacific Princess Palumbo Palumbo Ancona Shipyard Perini Pershing Portacontainer Porti Porto Cervo Princess Cruises Propeller Puglia Regate Regent Seven Seas Cruises Rina Riva Royal Caribbean Salon Nautique Salone nautico Sanlorenzo Sardegna Sardinia Ferries Savona Scenic Eclipse II Sct Seabourn Seafuture Seatrade Cruise Global Seatrade Cruise Med Sessa Shipping Silversea Siremar Snav Somec Spagna Sport Star Clipper Stx The Italian Sea Group Tirrenia Toremar Traghetti Trasporti Trieste Tui Cruises Turchia Turismo Ufficiali Un mare di Svizzera Usa Vard Variety Cruises Vela Venezia Versilia Yachting Viking Virgin Windstar World Cruise Yacht Yacht Club

Archivio CN