venerdì 16 agosto 2019

Porti: ad Ancona nel weekend 41 mila passeggeri


ANCONA - Week end da ricordare al porto internazionale di Ancona, con un importante afflusso di passeggeri sulla direzione delle vacanze. Saranno 41 mila le persone in transito nello scalo dorico, di cui 3.500 crocieristi, da venerdì 9 a domenica 11 agosto, 17 le navi in partenza fra cui Msc Sinfonia che, come ogni venerdì fino al 22 novembre, attraccherà al terminal crociere per presentare ai suoi turisti l'unicità di Ancona e delle Marche. "E' un agosto che sorride, quello del porto di Ancona - afferma Rodolfo Giampieri, presidente Autorità di sistema portuale -. Il traffico passeggeri, con i collegamenti per Grecia, Croazia, Albania, pone lo scalo fra le punte di diamante di tutto l'Adriatico".
Condividi:

mercoledì 14 agosto 2019

Costa Crociere sosterrà l'agricoltura nel deserto giordano


GENOVA - Costa Crociere scende in campo per la rivegetazione del deserto della Giordania con tecnologie sostenibili. Il gruppo Costa, attraverso Costa crociere foundation, ha siglato oggi nella città di Arendal l'accordo con Sahara forest project foundation per sviluppare il progetto, inaugurato nel settembre 2017 con il patrocinio di re Abdullah II di Giordania e il Principe ereditario Haakon di Norvegia, che punta a rendere coltivabili le aree desertiche e creare lavoro per le popolazioni locali, con la produzione di cibo, acqua ed energia pulita, sfruttando l'acqua marina e l'energia solare.

L'intesa consentirà di espandere a 20 ettari l'area gestita da Sahara forest project foundation e protagonisti saranno i crocieristi che a bordo delle navi di Costa crociere e Aida cruises, nello scalo ad Aqaba(4 navi per 20 scali totali faranno tappa nel porto da ottobre 2019 a ottobre 2020)assaggeranno piatti con 10 tipi di ortaggi coltivati nel deserto giordano in modo sostenibile.
Condividi:

martedì 6 agosto 2019

Ferragosto in crociera: il 75% è Mediterraneo


ROMA - Il 75% dei crocieristi sceglie il Mediterraneo per le proprie vacanze a Ferragosto. La destinazione nel 2019 è cresciuta di 7 punti percentuali rispetto al 2018, quando era scelta dal 68% dei passeggeri. È quanto emerge dall'indagine dell'Osservatorio Ticketcrociere, che rileva anche come si trattidi una quota di mercato sottratta alla coppia Cuba-Caraibi, passata da un complessivo 14% lo scorso anno all'attuale 7%.

Per quanto riguarda il Ferragosto nel Mediterraneo, il 47% sceglie l'area occidentale visitando per esempio Ibiza e Palma di Maiorca, Marsiglia e Cannes in Francia, Ajaccio, Barcellona, Malta Genova, Napoli, Roma o Palermo. Il 28% predilige invece il Mediterraneo orientale. Venezia in primis, ma anche isole greche come Mykonos, Corfù o Santorini, la croata Dubrovnik e la nuova tappa della movida estiva Saranda, in Albania.

Più o meno costante, la richiesta di Nord Europa, al 13% per il Ferragosto 2019 (in leggera crescita rispetto al 12% del 2018). I passeggeri delle navi nella settimana centrale di agosto per il 52% sono famiglie; c'è un 41% di coppie e sono solo l'1,5% i single che scelgono la vacanza a bordo di una nave da crociera. Sulla scelta della sistemazione, il 42% opta per una più economica cabina interna, ma chi sceglie l'esterna predilige il balcone (33%) all'oblò (20%); per il 5% ci sono le suite. Altro aspetto interessante del Ferragosto 2019 rispetto a quello scorso riguarda il budget impegnato.

«Se è aumentata la capacità di spesa degli italiani che scelgono il lusso, lo stesso non si può dire del budget medio a cabina per una crociera nella settimana di Ferragosto, che quest'anno è di 3.577 euro contro i 3.793 del 2018 - dice Nicola Lorusso, amministratore di Ticketcrociere - Un calo del 5,7% che si traduce in oltre 200 euro in meno a cabina». Ticketcrociere è il brand italiano di Taoticket S.r.l, agenzia di viaggi online specializzata nel segmento crociere che nel 2018 ha fatto registrare quasi 20mila prenotazioni, per un volume d'affari di circa 16 milioni di euro. Per il 2019 l'azienda prevede una crescita del 22%, con un fatturato che toccherebbe quota 20 milioni di euro.
Condividi:

lunedì 5 agosto 2019

Grandi navi: Musolino convoca i porti europei

VENEZIA - Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Settentrionale, Pino Musolino, ha scritto nei giorni ai porti europei invitando i colleghi a incontrarsi a Venezia per discutere l'impatto economico e ambientale dell'industria crocieristica, e per definire delle linee guida che consentano di adottare un nuovo approccio sostenibile al turismo marittimo.

Risposte positive sono già pervenute dagli scali di Palma di Maiorca, Marsiglia e Barcellona, e altre sono attese nei prossimi giorni. A breve verrà fissata una data per un seminario sui questi temi da ospitarsi in Laguna.
Condividi:

mercoledì 31 luglio 2019

Onorato: "Spieghiamo alla gente cos'è il registro internazionale"



MILANO - “Il Direttore Generale del Ministero dei Trasporti, Mauro Coletta, ha convocato le associazioni degli armatori, Confitarma ed Assarmatori, per discutere del Registro Internazionale ma, usciamo dal tecnicismo: che cos’è’ il Registro Internazionale? Spieghiamolo alla gente.

Con una vecchia legge, la n. 30 del 1998, veniva concessa agli armatori italiani la quasi totale defiscalizzazione dei profitti. Domanda: chi in Italia non paga le tasse? Solo gli armatori! Ma non basta. Noi armatori abbiamo anche ottenuto lo sgravio dei contributi per i marittimi.

Tutta questa generosità da parte dello Stato pretendeva un impegno da parte di noi armatori ad imbarcare allora marittimi italiani, oggi comunitari. Gli armatori italiani si sono presi la defiscalizzazione e gli altri privilegi, mica scemi, ed hanno cominciato ad imbarcare marittimi extracomunitari a stipendi da fame. La maggior parte degli extracomunitari imbarcati su navi italiane, e vi ricordo che una nave di bandiera italiana è un pezzo dello Stato Italiano ovunque essa si trovi nel mondo, non percepiscono realmente più di una manciata di dollari al mese.

I sindacati non protestano perché con un accordo del 2003 percepiscono per ogni marittimo extracomunitario imbarcato su nave italiana 190 euro. Il risultato qual è? 50.000 marittimi italiani disoccupati, a casa a fare la fame, e gli extracomunitari sulle nostre navi a fare la fame direttamente a bordo. Chiamiamo le cose per come sono. Lo Stato italiano si è fatto complice degli armatori per lo sfruttamento degli extracomunitari.

Il dirigente Coletta ha convocato una riunione con le associazioni degli armatori per la revisione dell’istituto. Il Coletta è figlio dell’ancien regime e per questo non mi rivolgo a lui ma al Ministro Toninelli che ha dimostrato grande sensibilità e determinazione per il cambiamento: gli armatori italiani pretendono privilegi che nessuna industria italiana riceve, perfetto!

Ma che sulle navi italiane vengano imbarcati marittimi italiani-comunitari o anche marittimi extracomunitari ma allo stesso contratto degli italiani, altrimenti fine dei privilegi. Non siamo razzisti e guai a chi sfrutta la povertà della gente.”
Condividi:

martedì 30 luglio 2019

Nasce Costa Toscana, sarà alimentata a Lng


GENOVA - E' partita con il taglio della lamiera nel cantiere Meyer di Turku in Finlandia la costruzione di Costa Toscana, nuova unità di Costa Crociere (gruppo Carnival), seconda di due navi gemelle alimentate, in porto e in navigazione, a gas naturale liquefatto (Lng), il combustibile fossile più pulito al mondo. La prima, Costa Smeralda è a fine allestimento sempre nel cantiere di Turku, entrerà in servizio nell'ottobre 2019. Costa Toscana sarà consegnata nel 2021. Costa Smeralda e Costa Toscana rientrano nel piano di riduzione della carbonfootprint definito da Carnival Corporation. Le soluzioni adottate sinora hanno già permesso a Carnival di ridurre l'impatto del 27,6% nel 2018 e di superare il target del 25% previsto per il 2020.

Con una stazza lorda di oltre 180.000 tonnellate e oltre 2.600 camere ciascuna, Costa Smeralda e Costa Toscana fanno parte di un piano di espansione della flotta del Gruppo Costa (Costa Crociere e Aida) che prevede 7 nuove navi entro il 2023, per un investimento di oltre 6 miliardi, in cui rientrano AIDAnova e Costa Venezia rispettivamente consegnate a dicembre 2018 e a fine febbraio 2019.

"Il taglio della prima lamiera di Costa Toscana è un importante passo nell'ambito del nostro piano di sviluppo sostenibile. La propulsione a Lng è un vero e proprio punto di svolta, in quanto garantisce una riduzione significativa dell'impatto ambientale senza compromettere gli aspetti di sicurezza per noi imprescindibili e prioritari. Ancora una volta Costa Crociere traccia la rotta nel settore: l'aver creduto per primi in questa tecnologia rafforza ulteriormente la nostra visione d'insieme; molto rimane ancora da fare sul piano delle infrastrutture per facilitarne ulteriormente l'utilizzo", ha detto Neil Palomba, dg di Costa Crociere.
Condividi:

lunedì 29 luglio 2019

Cannes: arriva la stretta contro le navi da crociera inquinanti

CANNES - Giro di vite contro le navi da crociera inquinanti a Cannes. Dal 2020, la località balneare della Costa Azzurra celebre, tra l'altro, per il suo Festival cinematografico imporrà ai colossi del mare di limitare il tenore di zolfo nei combustibili per uso marittimo allo 0,1%, un giro di vite più rigoroso rispetto a quanto imposto dalla legge francese.

Il sindaco David Lisnard e la Chambre de Commerce et d'Industrie Nice-Côte d'Azur, che gestisce il porto, hanno già firmato una Carta in questo senso con il gruppo Norwegian Cruise Line Holdings che rappresenta circa il 40% del traffico a Cannes. Un'altra compagnia dovrebbe presto sottoscrivere lo stesso documento. Le emissioni di zolfo sono limitate già dall'ingresso nella zona di pilotaggio, dietro le iles de Lerins.

"Alle compagnie che rifiutano di firmare questa Carta - avverte una nota - verrà vietato, dal primo gennaio 2020, di sbarcare i loro passeggeri a Cannes". Dal 2015, le emissioni di zolfo nei combustibili per uso marittimo sono limitate allo 0,1% nel mare del Nord, nel Mar Baltico e nella Manica.
Condividi:

Altre news

Archivio CN