venerdì 18 gennaio 2019

Moby entra nel 'Club dei Superbrands'

MILANO – Super non certo per autoesaltazione. Super per qualità del servizio, super per originalità del prodotto, super per impegno nell’innovazione.

È da un lungo elenco di eccellenze che scaturisce per Moby l’ingresso nel “Club dei Superbrands”, il più importante programma di qualificazione e valorizzazione della marca a livello globale, nato in Gran Bretagna nel 1994 e oggi diffuso in oltre 90 Paesi del mondo.

Il progetto “Superbrands” nasce con l’intento di celebrare le storie di successo dei brand che fanno la differenza grazie ad un’innovazione rilevante, all’autenticità del modo con cui agiscono sul mercato e soprattutto all’assunzione di grandi responsabilità nei confronti dei dipendenti, dei clienti e dei consumatori, ma anche del pianeta e della società.

E Moby è tutto questo: una compagnia fortemente innovativa, la prima che ha intuito la potenzialità di decorare le navi per renderle più accoglienti nei confronti dei propri passeggeri, la prima che ha investito in allestimenti e servizi inediti che le consentono di primeggiare sul mercato per qualità del servizio offerto, puntualità e capacità nell’intercettare i bisogni della clientela che derivano da oltre 130 anni di tradizione ed esperienza nel settore dei trasporti marittimi.

Ma Moby è anche un’azienda responsabile, una compagnia che investe sul proprio personale, tutto italiano, per garantire le migliori professionalità al servizio della clientela ma, perseguendo allo stesso tempo, il benessere dei propri collaboratori e dei numerosi territori in cui opera.

Insomma, se esistesse una definizione di esclusività e di eccellenza, di capacità di primeggiare nel proprio settore e di essere apprezzata come tale dai propri clienti, questo sarebbe il club dei Superbrands ed il fatto di entrarne a farne parte è per Moby sia motivo di vanto che una grande soddisfazione.

Condividi:

giovedì 17 gennaio 2019

Onorato replica a Toninelli

MILANO - “Replico al ministro Toninelli. La sua è una dichiarazione di chi non sa e non ha preso le informazioni, pura campagna e demagogia elettorale.

Per quanto riguarda il monopolio, non sa che sulle linee per la Sardegna operano altre quattro compagnie: Grandi Navi Veloci, Sardinia Ferries, Grendi e Grimaldi.

Le tariffe Tirrenia inoltre non sono stabilite da noi, ma dalla convenzione firmata con lo Stato, e spesso sono ben al di sotto dei limiti fissati dalla stessa.

Al ministro Toninelli, alla cui impreparazione siamo abituati da tempo e sui temi più svariati, dico - perché è evidente che non lo sa - che per Onorato Armatori, di cui Tirrenia fa parte, lavorano 5000 persone, tutte italiane e rappresentiamo di gran lunga la prima realtà nazionale in termini occupazionali nei traffici per le isole.

Gli consiglio inoltre di includere nei provvedimenti per il reddito di cittadinanza i 50000 marittimi italiani disoccupati a casa grazie a politiche confermate dai suoi predecessori e che servono gli interessi della lobby degli armatori a cui anche il signor Toninelli sembra rispondere.

Del resto dal suo ministero dipendono anche i controlli sulle leggi a tutela dei marittimi italiani che vengono sistematicamente disattese dagli armatori. Quando poi va in Sardegna si ricordi anche delle nostre 500 persone, tutti sardi, che lavorano ogni giorno su e per l'Isola.” Così in una nota il presidente di Onorato Armatori.
Condividi:

martedì 15 gennaio 2019

Fincantieri: maxi-appalto da Regent Seven Seas Cruises

Arriva l'intesa tra Fincantieri e il gruppo americano Norwegian Cruise Line Holdings Ltd. per la costruzione di una nuova nave da crociera ultra lusso destinata al brand Regent Seven Seas Cruises, con consegna prevista nel 2023. L'accordo ha un valore di circa 474 milioni di euro. Ad annunciarlo Fincantieri. La nuova unità sarà gemella di "Seven Seas Explorer", del 2016, e "Seven Seas Splendor", in consegna nel 2020. Con circa 54.000 tonnellate di stazza lorda la nave potrà ospitare fino a 750 passeggeri, e sarà la sesta nave di sole suite della flotta Regent.

Norwegian Cruise Line Holdings è fra i primi gruppi crocieristici al mondo. Ne fanno parte, oltre a Regent Seven Seas Cruises, i brand Norwegian Cruise Line, per il quale Fincantieri sta sviluppando la nuova classe "Leonardo", 6 unità con consegne tra 2022-27, e Oceania Cruises, per il quale il Gruppo ha annunciato 2 nuove navi da crociera di nuova concezione in consegna nel 2022 e 2025, oltre ad aver costruito "Marina" e "Riviera" nel 2011 e 2012 nel cantiere di Sestri.

"Siamo entusiasti di sfruttare lo straordinario successo di Seven Seas Explorer e Seven Seas Splendor per dare vita a una nuova nave che addirittura stabilirà nuovi livelli di eleganza, lusso e stile - afferma Frank Del Rio, Presidente e CEO di Norwegian Cruise Line Holdings Ltd - questa unità rafforza ulteriormente il profilo di crescita regolare della nostra società con ordini in essere per tutti e tre i nostri brand, consentendoci di espandere la nostra presenza a livello globale, diversificare ulteriormente la nostra offerta di prodotti e continuare a conseguire ritorni per gli azionisti".
Condividi:

domenica 13 gennaio 2019

Incubo in crociera: epidemia di gastroenterite colpisce 475 passeggeri


ROMA - Rientro anticipato per una crociera del terzo più grande transatlantico al mondo. In discussione, non un problema tecnico, ma un'epidemia di gastroenterite che ha colpito 475 passeggeri. Eppure tutto sembrava perfetto. Dal porto di Orlando, in Florida, domenica 6 gennaio, i passeggeri hanno trascorso un'idilliaca settimana in piscine, immersioni, casinò, golf ed escursioni mozzafiato. Solo qui, un passeggero, Cody Haddap, ha detto all'emittente WESH di essersi sentito male dopo la partenza da Haiti martedì scorso.

Dopo tre giorni di navigazione, oltre cento passeggeri e un membro dell'equipaggio hanno sentito i primi sintomi della malattia gastrointestinale non meglio specificata. Ma la compagnia Royal Caribbean ha deciso di continuare la traversata verso l'isola di Cozumel. Solo il giorno dopo, 250 passeggeri hanno presentato tutti i segni della gastroenterite. Chiusi nella loro cabina, non potevano ammirare la biosfera di Cozumel mentre l'escursione veniva cancellata. Da Cuba , potevano vedere dai loro oblò le coste lontane. Di fronte a questa epidemia che ha colpito circa 500 persone, l'azienda ha finalmente deciso di ridurre la crociera di un giorno.

Così, i passeggeri sono tornati sulla terraferma questo sabato 12 gennaio. Mentre la nave può ospitare circa 6.000 passeggeri, i membri dell'equipaggio sono impegnati a disinfettare aree di contaminazione come le maniglie delle porte o le ringhiere. La Royal Caribbean ha fatto sapere che rimborserà il costo della crociera a tutti i passeggeri. Questa non è la prima crociera a sperimentare una tale epidemia, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”. Nel 2012, 400 viaggiatori sono stati colpiti da una malattia gastrointestinale durante una crociera nei Caraibi.
Condividi:

venerdì 11 gennaio 2019

Moby e Tirrenia per 'ForMare'

MILANO – Con la scelta dei due studenti più meritevoli tra tutti coloro che hanno partecipato, si è conclusa la 6° edizione del Progetto ForMare, iniziativa che vede coinvolte Moby e Tirrenia, in collaborazione con il MIUR e l’USR della Sardegna.

Centinaia le ragazze e i ragazzi che hanno partecipato e si sono imbarcati sulle navi del Gruppo Onorato Armatori, tutti appartenenti alle quarte classi degli Istituti Tecnici (settore Tecnologico - indirizzo “Trasporti e Logistica”) e degli Istituti Professionali (settore Industria e artigianato - indirizzo “Manutenzione e assistenza tecnica”), che sono stati impegnati in uno stage utile per apprendere i primi rudimenti dei mestieri del mare, affiancando i marittimi impegnati a bordo.

Ai due studenti che hanno ottenuto il punteggio più alto verrà quindi offerto un contratto a tempo determinato, e avranno l’opportunità di lavorare a bordo delle navi del Gruppo Onorato per due mesi. In quest’edizione sono stati premiati per il modulo “coperta” uno studente dell’Istituto di Istruzione Superiore “Garibaldi” de La Maddalena, mentre per il modulo “macchina” uno studente dell’istituto Globale di Carloforte.

Moby e Tirrenia proseguono in questo modo nel loro impegno costante verso la Sardegna e i Sardi, nella convinzione che iniziative come il “Progetto ForMare” siano indispensabili per schiudere ai giovani la porta del mercato del lavoro ottenendo una corretta formazione professionale mirata a generare opportunità di lavoro.

“La grande partecipazione di quest’anno conferma la bontà di questo progetto, che il Gruppo Onorato intende portare avanti in Sardegna – spiega Pietro Manunta, Presidente di Tirrenia – E’ nostra precisa intenzione continuare a creare un rapporto sempre più stretto col territorio, offrendo la nostra massima collaborazione nei confronti di tutti i giovani sardi che intendono avviarsi alle professioni del mare”.

Condividi:

mercoledì 9 gennaio 2019

Msc Grandiosa tocca per la prima volta l'acqua

La Msc Grandiosa, la nuova nave di Msc Crociere in costruzione nei cantieri navali francesi Chantiers de l'Atlantique di Saint-Nazaire, ha toccato per la prima volta l'acqua. La nave a partire dal prossimo autunno debutterà con una crociera in partenza dal porto di Genova.

Dopo la cerimonia di 'float out', la Grandiosa - che sarà la terza nave della classe Meraviglia, dopo Msc Meraviglia e Msc Bellissima, e la prima di un terzetto di Meraviglia-plus, più grandi delle precedenti - è stata poi trasferita in bacino dove il lavoro continuerà fino alla consegna prevista per ottobre 2019.

Con una stazza lorda di 181.000 tonnellate e una capacità di 6.334 passeggeri, la Msc Grandiosa "sarà anche - spiega la compagnia svizzera, controllata da Gianluigi Aponte, in una nota - la quinta nave ad entrare nella flotta Msc Crociere in soli due anni e mezzo così come previsto dal piano di espansione, che prevede oggi la costruzione di ulteriori 12 navi di nuova generazione entro il 2027".

Questa newbuilding, come le precedenti della stessa classe, sarà caratterizzata da una promenade in stile Mediterraneo e da numerosi bar e ristornati, oltre ad una terrazza in stile "Bistrot parigino". La Msc Grandiosa sarà entrerà in servizio con una crociera in partenza da Genova il 16 novembre 2019.
Condividi:

lunedì 7 gennaio 2019

Costa Luminosa, al via da Venezia il giro del mondo

VENEZIA - Sarà un inizio d'anno indimenticabile per i circa 2.300 ospiti di Costa Luminosa, salpati da Venezia per una crociera che farà il giro del mondo. Il viaggio durerà 112 giorni e porterà i passeggeri alla scoperta di 5 continenti, solcando 3 oceani e visitando 43 destinazioni, per poi fare ritorno in Italia, a Venezia, il 27 aprile 2019.

Si tratta della dodicesima edizione della crociera che Costa ha iniziato a riproporre ogni anno dal 2011, ispirandosi al successo che questo viaggio aveva negli anni Settanta. Dal 2011 circa 60.000 ospiti della compagnia italiana hanno partecipato ad almeno una delle tre tratte del Giro del Mondo, di cui circa 14.000 francesi, 12.000 tedeschi e oltre 11.000 italiani spiega in una nota la compagnia.

Il 'Giro del Mondo 2019' toccherà tra l'altro Brasile, Argentina, Cile, Polinesia, Nuova Zelanda, Australia e Indonesia, Singapore, Malesia, Thailandia, Sri Lanka, India, Dubai, Oman viaggiando sempre verso ovest. Già in vendita il Giro del Mondo 2020 e quello del 2021, che avrà un itinerario inedito dedicato all'Africa e all'America, fino a Sud Africa e Terra del Fuoco.
Condividi:

Altre news

Archivio CN