mercoledì 6 settembre 2017

Genova in poche ore: itinerario lampo per chi aspetta il traghetto

Il porto di Genova, il più esteso d’Italia, trasporta ogni anno milioni di turisti per tutto il Mediterraneo. Molti di essi preferiscono utilizzarlo per ciò che è – la prima tappa del loro viaggio –, ma in questo modo rinunciano ad approfondire la meravigliosa storia del capoluogo che lo ospita. Tuttavia, conoscendo in anticipo l’orario di partenza della nave, potrebbero decidere di anticipare l’arrivo in città di una giornata, affittare su siti come expedia hotel o B&B per una notte e dedicare qualche ora a scoprire Genova nei suoi punti di interesse principali. L’idea vi stuzzica? Perfetto: in queste poche righe vi proporremo un itinerario lampo pensato proprio per chi ha in programma di prendere il traghetto.

Il nostro giro parte e termina dalla Stazione Marittima. Percorrendo tutta Via Gramsci, in venti minuti potrete vedere sfilare alla vostra destra il Galata Museo del Mare, il Galeone Neptune (costruito per le riprese del film Pirati di Roman Polanski), la Biosfera e soprattutto l’Acquario, visitato ogni anno da oltre un milione di persone: decidete in base al tempo che avete a disposizione se fermarvi in una o più di queste strutture. Guardatevi intorno: siete a stretto contatto con il Porto Antico, completamente riprogettato da Renzo Piano nel 1992 e cuore pulsante del turismo genovese. All’altezza di Ponte Embriaco iniziate ad assaggiare il Centro Storico passeggiando fino alla chiesa di San Pietro in Banchi, completata nel 1585.

San Pietro in Banchi vi preparerà il palato in attesa della visita alla cattedrale di San Lorenzo, il principale luogo di culto della città: la potrete raggiungere attraversando e/o lambendo Sottoripa, la via porticata da cui si dipanano i famosi carrugi (vicoletti) su cui si affacciano botteghe e friggitorie. Se siete in vena di turismo religioso, proseguite lungo Salita Pollaioli per raggiungere la chiesa di San Donato (XI secolo), completa di un caratteristico campanile ottagonale romanico. Procedendo per altri 250 metri a lato dei Giardini Luzzati avrete invece la possibilità di ammirare Porta Soprana, costruita a partire dal IX secolo e più volte modificata. Si trova vicinissima alla Casa di Cristoforo Colombo, ricostruzione settecentesca della dimora del navigatore: a questo link potete trovare info aggiornate su prezzi e orari.

Camminate ancora pochi minuti fino a Palazzo Ducale, un tempo sede dei Dogi, e salite sulla Torre Grimaldina per fotografare la città dall’alto. Dopo una toccata e fuga per Via Garibaldi, densa di edifici nobiliari eleganti e maestosi (cercate soprattutto Palazzo Bianco, Palazzo Rosso e Palazzo Doria-Tursi, oggi musei), camminate 10 minuti su via Balbi e raggiungete Palazzo Reale, seicentesco: cercate di visitarlo per ammirare, tra le tante stanze, la Galleria degli Specchi e la Sala del Trono. È l’ultima tappa del vostro piccolo tour: come forse avrete notato, infatti, la Stazione Marittima è vicinissima a voi. Raggiungetela e proseguite la vostra vacanza. Con Genova, ne siamo certi, nel cuore.
Condividi:

1 commento:

  1. Buongiorno costosa amici!
    Fortunatamente dio grazie ho visto prove fatte da molte persone sul Signore. Muscolino GIOVANNI, così lo ho contattato per ottenere un prestito di 70.000,00€, regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. È con il Signore. Muscolino GIOVANNI, che la vita il mio sorrida nuovamente è un uomo di cuore semplice e molto comprensivo, sono e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com





    Buongiorno costosa amici!
    Fortunatamente dio grazie ho visto prove fatte da molte persone sul Signore. Muscolino GIOVANNI, così lo ho contattato per ottenere un prestito di 70.000,00€, regolare i miei debiti e realizzare il mio progetto. È con il Signore. Muscolino GIOVANNI, che la vita il mio sorrida nuovamente è un uomo di cuore semplice e molto comprensivo, sono e-mail: muscolinogiovanni61@gmail.com

    RispondiElimina

Archivio CN