martedì 2 giugno 2020

Moby Fantasy: primo taglio lamiera della ro-pax green più grande del mondo


GUANGZHOU - Si è svolta nel cantiere cinese di Guangzhou la cerimonia del taglio della lamiera di Moby Fantasy, la ro-pax più grande e più green del mondo che farà rotta sulla Sardegna. Moby Fantasy è la prima delle navi commissionate ai cantieri Gsi. "E' un modo per le compagnie del Gruppo Onorato per inaugurare la stagione estiva - si legge nella nota della Compagnia - , con la caduta dei divieti di movimento fra una regione e l'altra e il via libera verso le più belle spiagge servite dai traghetti Moby, Tirrenia e Toremar".

Proprio la Sardegna sarà la protagonista dei viaggi delle nuove navi in costruzione in Cina che saranno effettuati da queste ammiraglie del mare, "veri e propri anelli di congiunzione fra le tratte tradizionali coperte dai traghetti e la qualità assoluta del viaggio sulle navi da crociera". Moby Fantasy rivoluzionerà il concetto di traghetto, con arredi, dotazioni e cabine più simili a quelle di una nave da crociera rispetto a quelli che si trovano sui ferries. Anche dal punto di vista ambientale, l'armatore ha commissionato al cantiere Gsi una serie di dotazioni che permetteranno di abbattere le emissioni senza sacrificare in alcun modo le prestazioni. Oltre alla pulizia dei fumi con innovativi scrubber ci sarà anche la possibilità di passare dall'alimentazione tradizionale a quella a gas naturale Gln, un po' come avviene per le auto ibride.

La nuova Moby Fantasy, esattamente come la gemella che sarà costruita a distanza di sei mesi sempre a Guangzhou, ha numeri mai visti in Italia, ma adatti all'ingresso in tutti i maggiori porti del nostro Paese: 237 metri di lunghezza per 32 di larghezza e una stazza di 69.500 tonnellate, per trasportare fino a 2500 passeggeri e 1300 automobili, con 550 cabine tutte con standard da nave da crociera. Il motore avrà una potenza di 10,8 mw per una velocità di crociera di 23,5 nodi, con punte di 25 nodi. Novità anche nel design: tre portelloni con una progettazione che permetterà di ridurre i tempi per le operazioni di imbarco e di sbarco. Questo taglio della lamiera di oggi ha anche molti significati simbolici: si tratta del primo investimento forte di un'azienda italiana sulla Via della Seta e anche della ripresa dell'attività navalmeccanica per la marineria italiana.
Condividi:
Adria Ferries Adriatic Sea Forum Adulti Aida Cruises Ambiente Anek Armatori Asia Assarmatori Assoporti Australia Azimut Baglietto Benetti Blue economy summit Business Cagliari Cannes Caraibi Cargo Carnival Celebrity Cruises Chantiers de l'Atlantique Charter Cina Civitavecchia Clia Compagnie du Ponant Costa Crociere Costa Firenze Costa Toscana Costa Venezia Covid Crn Crociere Cruise 2030 Cruise Life CSSC Cuba Cunard Deloitte Diritti in mare Disney Emirati arabi Europa Exclusive Ferretti Fincantieri Fort Lauderdale Boat Francia Frauscher Gastronomia Genova Germania Gin Giro del mondo Gnv Grecia Grimaldi Lines Hapag-Lloyd Harmony of the seas Holland America Line IB Isa Yacht Isole greche Italia Italian Cruise La Spezia Livorno Mangusta Mare Marina Marittimi Medio Oriente Mediterraneo Mercy Ship Messico Messina Mets Metstrade Miami Boat Show Moby Moda Montecarlo Yachts Motoscafi Msc Naples Shipping Napoli Natale Nautica Naval Group Navi Navi merci Navi militari Navi rompighiaccio Navi storiche Naviris Norwegian Cruise Ocean Cay Onorato Pacific Princess Palumbo Palumbo Ancona Shipyard Perini Pershing Portacontainer Porti Princess Cruises Propeller Regate Regent Seven Seas Cruises Riva Royal Caribbean Salon Nautique Salone nautico Sanlorenzo Sardegna Sardinia Ferries Sct Seabourn Seafuture Seatrade Cruise Global Seatrade Cruise Med Sessa Shipping Silversea Snav Somec Spagna Star Clipper Stx Tirrenia Toremar Traghetti Trieste Tui Cruises Ufficiali Usa Variety Cruises Vela Venezia Versilia Yachting Viking Virgin Windstar World Cruise Yacht

Archivio CN