lunedì 10 luglio 2017

Orc: Mascalzone Latino è il nuovo campione del mondo

ROMA - Sono stati sufficienti due regate e quattro punti a Mascalzone Latino di Vincenzo Onorato, che ha gareggiato con i colori dello yacht club de Monaco, per vincere il titolo mondiale Orc di vela, a Muggia (Trieste). Solo un punto di distacco per il Tp52 Freccia Rossa di Vadim Yakimenko e lo Swan 42 Sheraa Ych di Maurizio Poser, che era in testa fino a venerdì.

Una grandissima affermazione per Onorato che, per la prima volta, alza al cielo il trofeo più importante per le classi d'altura attuali, a 17 anni dal primo Campionato mondiale conquistato nell'Ims, a Newport, quando era il sistema di rating più in voga. In mezzo, altri cinque titoli differenti (a squadre e con i monotipi Mumm 30 e Farr 40), per un totale di sette oggi nel portfolio dell'armatore-timoniere napoletano.

Un grandissimo campionato naturalmente per l'equipaggio tutto italiano a bordo del Cookson 50 blu: a bordo c'erano, oltre a Onorato al timone, Lorenzo Bressani alla tattica, Francesco Mongelli navigatore, Leonardo Chiarugi alla randa, Stefano Ciampalini, Andrea Ballico e Lorenzo De Felice alle scotte, Matteo Savlli alle drizze, Filippo La Mantia all'albero, Davide Scarpa e Daniele Fiaschi prodiere ed aiuto prodiere, jolly Pietro Manunta. "Vincere questo Mondiale così difficile e stressante ha comportato una notevole concentrazione in tutte le prove.

Questo è un regalo bellissimo, soprattutto perché con un equipaggio del genere era impossibile perdere - le parole di Onorato -. Sono doppiamente felice, perché accanto a me ho avuto Lorenzo Bressani, un campione vero, che ha vinto un Mondiale nelle acque di casa: voleva vincere, ci teneva a vincere, e ha portato l'equipaggio alla vittoria. Dedico questa vittoria al mio grande amico Paolo Venanzangeli, scomparso 10 anni fa".
Condividi:

0 commenti:

Posta un commento

Archivio CN