lunedì 16 dicembre 2019

Azimut chiude le celebrazioni dei 50 anni

AVIGLIANA - Si chiama Azimut43 lo yacht lungo 13 metri che da oggi dà il benvenuto a chi arriva ad Avigliana. Posizionato sulla prima rotonda del comune alle porte di Torino, è il 'regalo' del gruppo Azimut Benetti alla città nell'anno del suo 50esimo compleanno. "Non potevamo scegliere un modo migliore per concludere i festeggiamenti. Dopo aver celebrato il nostro anniversario durante i principali eventi nautici mondali e in città come New York e Dubai, abbiamo pensato al nostro cantiere di Avigliana, perché è qui che c'è il cuore pulsante della nostra realtà", dice il patron Paolo Vitelli mentre taglia il nastro con il sindaco di Avigliana Andrea Archinà.

Il legame tra l'azienda nautica e il comune piemontese è storico. "Prima progettavamo le barche e chi le realizzava era un costruttore di Avigliana - spiega l'imprenditore - Poi siamo subentrati e abbiamo realizzato questo stabilimento con circa 150mila metri di terreno e 2.000 persone che lavorano". Numeri da grande azienda, rimasta però vicino ai suoi dipendenti. "Voglio essere al fianco di chi lavora per me - dice Vitelli - Per questo la festa conclusiva è qui ad Avigliana con i miei dipendenti". Premiati cinquanta dipendenti: tra loro c'è chi lavora per l'azienda da più di trent'anni.

"Quando avevo sei anni, ho partecipato al 50esimo compleanno dell'azienda tessile di mio padre e mio nonno. Era il 1953 e abbiamo fatto un pic-nic tutti insieme. Lì ho capito qual è la forza di un'azienda", aggiunge Vitelli abbracciando la figlia Giovanna. Numerose le sfide in questi 50 anni. Una crisi nautica durata sette anni. E poi la produzione dei giga yacht, barche lunghe più di cento metri. "Questo è stato l'anno del varo, in soli 100 giorni, di cinque giga yacht - spiega l'imprenditore - Un record assoluto".

Leader nel settore, il Gruppo Azimut Benetti copre 70 mercati con barche che partono dai 12 metri e arrivano a 110. Il 35% della produzione viene venduta negli Stati Uniti. E, proprio in questi giorni, un Azimut è stato consegnato ai reali della Thailandia. "Tutto è nato nel '69 - ricorda Vitelli - Quando ho unito la mia passione per il mare con quella per il business". Cinquant'anni e altri orizzonti da scoprire? "Questo - conclude l'imprenditore - è un punto di partenza. Sino ad oggi è stato un allenamento, ora c'è la voglia di espandersi e conquistare fette di mercato sempre più ampie".
Condividi:

Archivio CN