mercoledì 11 dicembre 2019

Sanlorenzo debutta in Borsa


Debutto in Borsa per Sanlorenzo dove, dopo una partenza fino a un massimo di 16,5 euro, i superyacht restano alla fine ancorati al prezzo dell'Ipo, pari a 16 euro. Il risultato, raggiunto in una giornata di generale debolezza di Piazza Affari, nulla toglie all'ultima quotazione dell'anno nel segmento Star del listino principale, realizzata malgrado il clima non favorevole che, due mesi fa, ha spinto Ferretti a rinunciare allo sbarco in Borsa.

Da inizio 2019, considerando le tante piccole società approdate sull'Aim, Sanlorenzo è la trentanovesima ammissione sui mercati di Borsa Italiana. "Oggi raggiungiamo un importante traguardo di cui siamo molto orgogliosi. La quotazione rappresenta un passaggio fondamentale e nuovo punto di partenza nel percorso di crescita e di sviluppo sui mercati internazionali", ha sottolineato il presidente esecutivo di Sanlorenzo, Massimo Perotti, in occasione dell'inizio delle negoziazioni. "Siamo certi che l'accesso al mercato dei capitali consentirà alla società di accelerare la realizzazione dei propri ambiziosi progetti e di consolidare ulteriormente il proprio posizionamento tra i leader mondiali del settore della nautica da diporto di lusso", ha aggiunto l'a.d di Borsa Italiana, Raffaele Jerusalmi.

In fase di collocamento, considerando l'opzione greenshoe, la società numero uno negli yacht di lunghezza superiore ai 30 metri ha raccolto 193,6 milioni con un flottante del 35,1% e una capitalizzazione di 552 milioni. "Faccio i miei complimenti per il debutto in Borsa dei cantieri San Lorenzo, un'eccellenza ligure nelle costruzioni navali" è intervenuto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, sottolineando che "il 20 dicembre San Lorenzo inaugurerà nuovi stabilimenti a Ameglia (La Spezia) che creeranno centinaia di posti di lavoro".
Condividi:

0 commenti:

Posta un commento

Archivio CN